Bitcoin News

Bitcoin sfiora le 400mila transazioni al giorno, non accadeva da inizio 2018

Lo scorso 28 Marzo Bitcoin ha raggiunto un importante traguardo: sono state sfiorate le 400mila transazioni Bitcoin giornaliere confermate. In dettaglio, osservando i grafici di Blockchain.com, sono state effettuate 393,668 transazioni Bitcoin in 24 ore.

Non si tratta di un record in termini assoluti, ma di un valore che non veniva raggiunto dall’inizio del 2018, più precisamente il 4 Gennaio dello scorso anno.

Il record assoluto invece, risale ovviamente al 14 Dicembre 2017, quando vennero raggiunte le 490mila transazioni Bitcoin. Tutto avvenne quasi in concomitanza con il massimo storico del valore di BTC, toccato proprio in quei giorni.

Transazioni bitcoin massimo 2018

Verso la fine del 2017 e l’inizio del 2018, la rete si congestionò e le fee schizzarono alle stelle, lasciando decine di migliaia di transazioni in sospeso sulla mempool. Ma oggi la situazione è ben diversa!

Transazioni Bitcoin a quota 400mila ma fee bassisime

Nonostante l’elevato numero di transazioni eseguite, il costo delle transazioni (fee), è rimasto piuttosto stabile, subendo solo una lieve crescita in questi giorni. Dal grafico infatti, potete notare come l’andamento sia piuttosto simile a quello registrato negli scorsi mesi, senza grandi oscillazioni.

Attualmente infatti, per effettuare una transazione con conferma nel prossimo blocco minato, dovrete pagare circa 28 Satoshi, equivalenti a quasi 60 centesimi di Dollaro. Nei giorni scorsi, in concomitanza con il picco di transazioni Bitcoin giornaliere, sono stati raggiunti i 33 Satoshi.

Nulla di preoccupante dunque. Siamo infatti ben lontani dai livelli toccati tra il 2017 ed il 2018. In quel periodo per effettuare una qualsiasi transazione Bitcoin infatti, occorreva pagare anche 50 Dollari di fee.

fee Transazioni bitcoin massimo 2018

Bigbit

Network Bitcoin in piena salute

Il fatto che, nonostante la notevole cifra di transazioni Bitcoin giornaliere raggiunte, la rete non abbia risentito di congestionamenti ed aumenti dei costi per transazioni, conferma l’ottima salute del network di Bitcoin, nonché il continuo e crescente uso della criptovaluta come mezzo di pagamento in un mercato completamente diverso da quel malato 2017.

E’ forse proprio questa la notizia di rilievo. Anche se il valore di BTC è piuttosto stabile da mesi, il suo utilizzo continua a crescere in maniera lenta ma inesorabile, senza (per ora) comportare problemi alla rete.

Dimensione media dei blocchi a 1.2MB

Sempre in questi ultimi giorni BTC sta facendo parlare di se per un altro importante parametro vitale: la dimensione dei blocchi. Come ben saprete, la blockchain di BTC prevede una dimensione massima per blocco pari ad 1MB.

Tuttavia, con l’introduzione e diffusione di SegWit, tale vincolo ha sempre meno rilievo. Il Segregated Witness (SegWit) infatti, è un aggiornamento del protocollo bitcoin ed è stato proposto per risolvere un problema inerente la malleabilità delle transazioni. Esso inoltre, ha consentito di “aggirare” la dimensione massima di un blocco Bitcoin.

fee Transazioni bitcoin massimo 2018

Dato che le transazioni occupano molto meno spazio senza inserire tutte le informazioni inerenti alla firma, con l’aggiornamento a SegWit è stato introdotto il concetto di “block weight”. Si tratta di una maschera della dimensione del blocco, con o senza i dati inerenti alla firma. Tale parametro è limitato a 4 MB, mentre il limite di dimensione del blocco per le transazioni di base rimane a 1 MB.

SegWit quindi, ha eliminato le informazioni aggiuntive relative alla firma memorizzandole al di fuori del blocco base dedicato alle transazioni, consentendo dunque di inserire più transazioni all’interno del blocco di base. 

Ed è proprio per questo motivo che, nonostante l’elevato volume di transazioni di questi giorni, le fee rimangono contenute.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi