News

L’exchange crypto di Singapore, DragonEx, è stato hackerato. I dettagli

L’exchange con sede a Singapore, DragonEx, ha comunicato ai propri utenti, attraverso un annuncio sul canale Telegram ufficiale, che ha subito un attacco il 25 marzo.

L’incidente, descritto come “un attacco da parte di hacker”, ha provocato il furto di diverse criptovalute.

Si è verificato il 24 marzo ed è stato immediatamente rilevato da DragonEx.

Un amministratore della piattaforma ha informato gli utenti che:

Parte delle risorse sono state recuperate e faremo del nostro meglio per riprenderci anche il resto. Diverse amministrazioni giudiziarie sono state informate di questo caso di criminalità informatica tra cui Estonia, Tailandia, Singapore, Hong Kong, ecc. Stiamo assistendo la polizia nelle indagini. Tutti i servizi della piattaforma saranno chiusi e la situazione di recupero delle perdite verrà annunciata entro una settimana.

L’amministratore aggiunge che, per quanto riguarda le perdite degli utenti,

DragonEx si assumerà la piena responsabilità.

Un secondo post, sempre proveniente dagli admin, ha avvertito gli utenti che il supporto ufficiale del servizio clienti di DragonEx non richiede mai informazioni sensibili come:

Password, codici di verifica e-mail, codici GA, codici SMS e chiavi private per il trasferimento.

Bigbit

Oggi, il 26 marzo, è stato comunicato un aggiornamento del canale Telegram che identifica 20 address di diversi wallet in cui si ritiene che le risorse sottratte siano state trasferite. Ogni indirizzo sembra corrispondere a una criptovaluta unica, 20 indirizzi per 20 diverse crypto, tra cui address Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), EOS, Ripple (XRP) e Litecoin (LTC), nonché numerose altre altcoin.

L’aggiornamento fa appello ai lettori del canale, affermando:

Chiediamo sinceramente aiuto da tutti i gli exchange e ai specialisti del settore, per favore dateci una mano ad indagare e rintracciare queste crypto, congelate i wallet e fermate le transazioni.

Mentre la comunità attende notizie su ulteriori dettagli della vicenda DragonEx, Cryptopia, in Nuova Zelanda, ha subito un attacco da 16 milioni di dollari a metà gennaio di quest’anno e ha recentemente ripreso le transazioni per 40 coppie di trading.

Secondo i dati di CoinMarketCap, DragonEx ha riportato 187.704.466 di dollari di volumi nelle 24 ore precedenti il furto.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi