Blockchain News

La previsione di Cisco sul mercato blockchain: un futuro da protagonista

Una delle maggiori aziende tecnologiche al mondo, Cisco, con sede negli Stati Uniti, ha recentemente pubblicato un report che mette in evidenza il possibile scenario futuro della piattaforma blockchain orientata alle imprese.

Nel rapporto, Cisco ha fatto notare come la blockchain abbia il potenziale per “contenere” fino al 10% del PIL mondiale. Ciò significa che migliaia di miliardi di dollari di valore potrebbero essere archiviati su blockchain entro il 2027.

Cisco prevede oltre 9 miliardi di dollari spesi annualmente in progetti Blockchain entro il 2021.

cisco report blockchain

I dettagli del report

Mentre il settore delle criptovalute continua a registrare alti e bassi, con le aziende costantemente in lotta con il turbolento mercato, la tecnologia blockchain continua a far progressi.

L’industria è in costante crescita e sta penetrando in ogni nicchia immaginabile, dalle catene di approvvigionamento alla gestione del copyright.

Il rapporto più recente pubblicato da Cisco ha previsto un futuro brillante per la blockchain, affermando che la tecnologia potrebbe diventare la norma per molte industrie entro un paio di anni.

Cisco ha identificato la trasparenza come uno dei problemi principali che le imprese devono affrontare oggi, in particolare quelle nelle catene di approvvigionamento globali. Una stima approssimativa ha mostrato che le società di semiconduttori statunitensi perdono oltre 7,5 miliardi di dollari ogni anno a causa della contraffazione.

Le tecnologie basate su blockchain possono creare una base per la fiducia nell’azienda attraverso la digitalizzazione dei processi aziendali, la tokenizzazione delle risorse e la codifica di contratti complessi.

Così si legge nel report di Cisco.

Fino al 10% del PIL mondiale

“Blockchain porterà nuovo valore aziendale, automatizzerà la fiducia e migliorerà la sicurezza”.

Se le previsioni fatte nel rapporto dovessero avverarsi, quasi il 10% del prodotto interno lordo (PIL) globale potrebbe essere “immagazzinato” sulla blockchain entro il 2027.

La società ritiene che queste tecnologie possano consentire agli ecosistemi aziendali, costituiti da partner interni ed esterni, di interagire ed effettuare transazioni in sicurezza senza l’intervento umano e di semplificare drasticamente le operazioni per le grandi imprese.

Cisco cita poi un rapporto di gennaio di IDC, che prevede una spesa sul mercato blockchain che si espanderà fino a 9,7 miliardi di dollari l’anno entro il 2021. Cifra che sarebbe quattro volte quello che è stato speso nell’intero 2018, che ha visto “solamente” 2,1 miliardi destinati a progetti blockchain.

Questo, tuttavia, non significa che anche il mercato delle criptovalute vedrebbe un tale aumento di valore, poiché la maggior parte delle imprese e delle istituzioni finanziarie si sposterebbe presumibilmente verso blockchain più interoperabili.

Nonostante l’ intenzione originaria di sostenere l’esistenza di valute decentralizzate, la blockchain sembra essere cresciuta in molte altre applicazioni. La capacità della tecnologia di “automatizzare la fiducia”, come rilevato dal rapporto di Cisco, lo ha reso attraente per la maggior parte delle aziende nel commercio digitale.

Poiché tale tecnologia può eliminare efficacemente la necessità per una terza parte consolidata e fidata come una banca o di un revisore contabile, la blockchain inizierà a vedere una maggiore implementazione nelle aziende di tutte le dimensioni.

Il rapporto ha scoperto che oltre a creare soluzioni per la riduzione dei costi per le imprese, la blockchain potrebbe essere utilizzata in altri ambiti. Ad esempio l’ottimizzazione delle smart cities, le soluzioni della supply chain e l’Internet of Things (IoT).

Non solo Cisco di questo parere

In tanti potrebbero definire molto ottimistiche le proiezioni di Cisco per il futuro della blockchain, ma questa non è la prima volta che una importante azienda del settore ha formulato tali presupposti.

Nel 2017, Deloitte ha fatto previsioni simili. Lo stesso anno, il World Economic Forum ha previsto che la tecnologia blockchain avrebbe potuto occupare il 10% del PIL globale entro il 2025, addirittura due anni prima della previsione di Cisco.

Cisco ha evidenziato poi il proprio lavoro in collaborazione con la Trusted IoT alliance, la Hyperledger project e l’ Enterprise Ethereum Alliance. La società ha anche dichiarato di essere un membro del Comitato esecutivo della Camera del commercio digitale, dove ha guidato gli sforzi per promuovere l’accettazione delle risorse digitali e delle tecnologie basate sulla blockchain.

Potete leggere il report completo in formato PDF al seguente LINK.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi