News

Telegram token: Gram appare per la prima volta in un video leaked!

Nelle scorse ore ha iniziato a girare in rete un video che mostra, per la prima volta, il token Gram sviluppato da Telegram. Più volte vi abbiamo parlato della ICO di Telegram, attesa ormai da moltissime persone, viste le cifre raggiunte durante le pre-vendite private (si parla di oltre 1.7 mld).

Questo progetto è avvolto nel mistero: da mesi non si hanno informazioni certe. Non c’è nemmeno un whitepaper ufficiale, l’unica cosa che si avvicina ad esso è stata leakata da mesi, la trovate qui (ma, ripeto, non c’è certezza circa l’attendibilità di quel file). Non c’è codice sorgente o un sito web… nemmeno dichiarazioni ufficiali da parte di Telegram.

Nelle ultime ore però qualcosa si è mosso perchè in rete è apparso questo video:

Gram, la criptovaluta di Telegram

Nel video viene usata una versione di Telegram presumibilmente in ‘beta’ e non ancora disponibile sull’App Store / Play Store. Sono quindi disponibili le solite funzionalità, oltre all’incorporazione del token Gram.

Vengono mostrati due casi d’uso per il token, pagare per un gioco e donare ai livestreamers. Come ci si aspetterebbe è tutto molto semplice: tap and pay.

A 0.44min potete vedere come l’utente paga 19 Gram per il gioco Quantum Go. Il pagamento è immediato e richiede la verifica mediante impronta digitale. Più avanti nel video viene invece mostrata la possibilità di donare Gram ad un livestreamer.

Il video pare essere stato sottratto ad uno sviluppatore iOS, tale Marat Kharrasov. Oppure l’ha condiviso volontariamente…? Ovviamente, come ogni video leaked, l’autenticità non è affatto scontata…

A conti fatti sembrerebbe un video autentico: l’interfaccia è quella di Telegram e il tutto è molto credibile. Diciamo che se è un fake è veramente fatto molto bene, comunque sia se l’implementazione fosse effettivamente come viene mostrato nel video direi che gli sviluppi potrebbero essere veramente molto interessanti.

Telegram: Ton e Gram

telegram

In ogni caso, che il video sia autentico o meno, colgo l’occasione per fare un riepilogo su quanto sappiamo in merito a Gram.

Secondo alcune voci la blockchain su cui si appoggia Gram, ovvero Telegram Open Network (TON), dovrebbe essere ormai pronta. Ci sarà poi una Telegram Virtual Machine (TVM) con annessi smart contracts e un design complesso. Sulla TVM trovate ulteriori dettagli qui.

Ad alto livello dovrebbe esserci una masterchain che contiene tutti gli hash dei blocchi e le transazioni sono sugli shards. E’ un modello Proof of Stake (PoS) che assomiglia a quello che dovrebbe essere Ethereum 2.0. Dovrebbe esserci un certo numero di validators che sono nominati da chi possiede i token i quali devono lasciare un certo stake. Quindi se i validatori si comportano male, anche i chi li ha nominati perde la propria quota.

La blockchain di Ton dovrebbe poter gestire milioni di transazioni al secondo. Ton potrà creare un numero molto elevato di blockchain minori, fino a 2^95, in modo da ridistribuire il carico sulla rete. Ton Payments, piattaforma per i pagamenti, sarà separata dalla blockchain principale e utilizzerà transazioni off-chain per i micropagamenti.

Teoricamente,questo è il design ad alto livello. Rimane da vedere quello che sarà effettivamente quando TON e Gram saranno pronti.

Secondo alcune voci, di nuovo non confermate, la testnet dovrebbe essere lanciata entro la fine di questo mese. Ci sono molte domande su questo progetto e per ora l’unica cosa assolutamente certa è che vi terremo costantemente aggiornati sugli sviluppi.

P.S: Cosa ne pensate del video leaked?

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi