Ethereum News

Oltre l’80% della fornitura totale di Ethereum (ETH) sarebbe detenuta in 7572 indirizzi

Secondo un rapporto pubblicato dalla società di ricerca di asset digitali Delphi Digital, oltre l’80% di tutta la fornitura circolante di Ethereum (ETH) sarebbe detenuta in “solamente” 7.572 indirizzi. Vediamo insieme tutti i dettagli.

4 indirizzi multimiliardari

Più precisamente, viene affermato che oltre l’80% della fornitura totale di ETH è detenuta da indirizzi con un saldo superiore ai 1.000 ETH.

Il numero di tali indirizzi è stimato in 7.572. La ricerca si concentra poi sul numero totale di indirizzi per volume di token in essi contenuti. Essa specifica che 6.490 indirizzi contengono tra i 1.000 e i 10.000 ETH, 923 di essi contengono tra i 10.000 e i 100.000 ETH, 155 tra 100.000 e un milione di ETH e solamente  quattro più di 1.000.000 di ETH.

Nello stesso rapporto, la società fa notare che mediamente il prezzo di Ethereum è sceso del 19% nei successivi 30 giorni dopo ciascuno degli ultimi cinque fork. Sembra però, almeno per il momento, smentire questo andamento l’ultimo fork, denominato Costantinople.

I ricercatori hanno anche sottolineato che dal 3 marzo oltre 2.3 milioni di Ethereum (circa il 2% della supply totale) sono contenuti in app decentralizzate legate al settore finanziario.

La maggior parte di questi ETH sono contenuti in sole due app, ovvero MakerDAO con ben il 98% di tutto l’ammontare e Compound con circa 28.500 ETH.

Rischio di centralizzazione

Infine, il rapporto solleva preoccupazioni riguardo eventuali rischi tecnici di Ethereum per il prossimo futuro. In particolare, il documento rimanda alla presunta centralizzazione di Infura, l’infrastruttura as-a-service di Ethereum che permette agli sviluppatori di Dapps di effettuare il deploy delle proprie dapp senza possedere un full node.

Tuttavia, secondo il rapporto, utilizzando Infura gli sviluppatori fanno affidamento su un’infrastruttura interamente gestita da ConsenSys e ospitata da Amazon Web Services, che per contro crea un singolo punto di errore, cosa che viene evitata con la decentralizzazione.

Un altro recente rapporto su Ethereum, questa volta dalla società Electric Capital, ha affermato che Ethereum detiene il maggior numero di sviluppatori che lavorano sul proprio protocollo rispetto a tutte le altre criptovalute sul mercato.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi