Bitcoin News

Bitcoin: hashrate e difficoltà piuttosto stabili nell’ultimo mese

L’ultima volta che avevamo commentato insieme la difficoltà di Bitcoin, essa si aggirava attorno i 5900 miliardi, valore che, rispetto alla fine del 2018, aveva subito una corposa crescita del 15%, segnando un primo cambio di tendenza. Tale crescita era infatti stata causata da un sensibile aumento dell’hashrate del network, salito di quasi il 25% dal Dicembre 2018.

Prendendo ora come campione di riferimento gli ultimi 40 giorni, possiamo notare come questa crescita di hashrate si sia assestata, così come la difficoltà, piuttosto stabile attorno ai 6mila miliardi.

Vediamo i dati un po’ più in dettaglio.

Bitcoin: hashrate e difficoltà piuttosto stabili nell’ultimo mese

Partiamo dall’hashrate, visto che è proprio in base alla potenza di hash della rete che viene autoregolata la difficoltà di estrazione di Bitcoin.  Ad inizio Gennaio l’hashrate del network si aggirava attorno ai 40 ExaHash/s, mentre ad oggi, pur subendo continue oscillazioni, si attesta attorno ai 43 ExaHash/s. Naturalmente nel periodo preso in esame si sono verificati diversi minimi e massimi relativi. Si tratta di un fenomeno già visto diverse volte in passato e quasi tipico per l’hashrate di BTC ed altre monete.

Bitcoin Hashrate mining

Nel complesso però, il valore medio dell’hashrate di Bitcoin è rimasti piuttosto stabile in un range compreso fra i 41 e 43 ExaHash/s dopo la precedente crescita avvenuta a Dicembre 2018. Proprio durante la fine dello scorso anno il network di BTC era cresciuto del 20-25%, passando dagli iniziali 35 ExaHash/s fino ai 44-45 ExaHash/s di inizio anno.

Bigbit

Lo stesso fenomeno è successo alla difficoltà di estrazione. Essa è infatti, dopo la crescita di metà Gennaio è rimasta piuttosto stabile attorno i 6mila miliardi, registrato oscillazioni minime durante gli ultimi periodi di correzione.

Bitcoin Difficoltà

Osservando meglio il grafico potrete notare un lieve incremento del valore medio, anticipato però da un lieve calo nella prima metà di Febbraio.

A breve dovrebbe avvenire una nuova correzione della difficoltà e, almeno per ora, i vari tool di previsione dell’andamento di questo importante valore stimano che la difficoltà possa nuovamente subire un lieve calo.

Un periodo pacifico per il mining

Nell’ultimo periodo il mining di Bitcoin si è rivelato piuttosto tranquillo, visto che non ci sono state brusche variazioni dell’hashrate della rete. Anche la difficoltà piuttosto stabile facilità le operazioni di mining, garantendo una stabilità della rendita delle operazioni di mining.

Difficile prevedere per quanto questa calma piatta possa continuare. Secondo diversi colossi del settore infatti, molti investitori si stanno lentamente preparando per un ritorno piuttosto aggressivo nel mondo del mining di Bitcoin, complici i nuovi ASIC meno energivori di Bitmain ed il costo della corrente elettrica sempre più basso.

Naturalmente si tratta di semplici supposizioni. Tuttavia la stabilizzazione del prezzo e della rete potrebbe effettivamente dare fiducia agli investitori. Quest’ultimi dunque, potrebbero mettersi di nuovo in gioco nel mining di Bitcoin. All’apparenza infatti, si potrebbe vedere questa calma piatta del prezzo e dell’hashrate come il tanto atteso “bottom” di Bitcoin.

Siamo prossimi ad un’inversione di tendenza o il trend continuerà ancora per tutta la prima parte del 2019?

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

 

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi