News

[MWC2019] Pundi X: hands-on e dettagli sull’XPhone, smartphone blockchain oriented

Come sapete questa settimana siamo volati a Barcellona per il Mobile World Congress. Ne abbiamo approfittato per provare l’XPhone, il telefono blockchain based sviluppato da Pundi X. XPhone all’apparenza è uno smartphone normale ma in realtà può essere usato in due modalità:

  • Android mode (modalità classica, come lo smartphone che avete in tasca)
  • Blockchain mode (con diverse features di cui parleremo più avanti nell’articolo)

pundi x xphone blockchain

Questo dispositivo, che vi invito a vedere nel nostro video hands-on sul nostro canale YouTube o più sotto nell’articolo, utilizza la blockchain di Pundi X per chiamate e messaggi crittografati. Il rilascio di XPhone era previsto per ottobre del 2018, ma il team ha deciso di posticipare l’uscita a causa di alcuni problemi tecnici. Pertanto, come ci hanno anticipato allo stand, il lancio è previsto, testuali parole,

Entro la fine del 2019

Il prezzo dovrebbe essere pari a 599 dollari e ne verranno prodotti solamente 5000 esemplari.

XPhone, lo smartphone di Pundi X

Queste le specifiche dello smartphone:

specifiche pundi x xphone blockchain

A Barcellona lo abbiamo provato ma ci è stato detto che il design definitivo sarebbe stato differente rispetto a quello del prototipo che potete vedere nel video. Pertanto ha poco senso parlare della bellezza estetica del modello in sé, ne tantomeno dell’interfaccia grafica.

Bigbit

XPhone: blockchain mode

La “blockchain mode” si basa su un sistema operativo blockchain-based chiamato Function X OS sviluppato da Pundi X. Esso si attiva a partire dalla modalità Android semplicemente con uno swipe verso sinistra dalla home. A questo punto potete lanciare una delle DApp sviluppate dal team di Pundi per fare chiamate, inviare messaggi o testare la funzionalità di un simil “uber” sfruttando la blockchain. Sì, avete capito bene. Com’è possibile? Guardate voi stessi:

XPhone è il ​​primo telefono cellulare in grado di funzionare completamente su un ecosistema decentralizzato che alimenta telefonia, messaggistica e la trasmissione dati. Non serve un provider centralizzato.

Ogni telefono è un nodo del network ed è identificato da uno username. Come si nota nel video, per chiamare “John” su blockchain non dovrete comporre un numero telefonico ma semplicemente digitare “call.john” nell’app per le chiamate.

Smartphone, blockchain e criptovalute

Si allunga dunque la lista dei telefoni che hanno a che fare con la blockchain. Al MWC abbiamo toccato con mano sia lo smartphone M1 di Electroneum, sia il Finney di Sirin Labs che l’Exodus 1 di HTC.

Se però questi ultimi telefoni sono più che altro crypto oriented, XPhone è forse la soluzione più interessante che abbiamo provato e soprattutto quella più orientata alla blockchain che alle criptovalute. Allo stand di Pundi ci hanno ripetuto più volte che loro lavorano sulla blockchain e la vision aziendale consiste nel creare un ecosistema decentralizzato per svolgere tutto quello che ad oggi necessita di un ente centrale. Effettuare una chiamata su blockchain e vedere istantaneamente sul block explorer la transazione con il relativo type transaction è stato molto intrigante.

pundi x xphone blockchain

Purtroppo l’incredibile quantità di luci all’MWC non ci ha consentito di ottenere una foto migliore della TV. In basso a sinistra vedete gli smartphone (nodi) a destra le operazioni che eseguivamo live con l’XPhone.

Per ulteriori dettagli non ci resta che aspettare i prossimi mesi quando lo smartphone sarà lanciato sul mercato.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi