Exchange News

MyEtherWallet lancia il prelievo in Fiat. Non è richiesto il KYC!

Uno dei più importanti e famosi wallet di Ethereum (ETH), MyEtherWallet (MEW), ha presentato, insieme all’exchange Bity, un sistema per prelevare direttamente FIAT senza dover passare dal Know-Your-Customer (KYC).

Il “gateway Exit-to-Fiat” consentirà a chi possiede le criptovalute di scambiarle all’interno di questa piattaforma. Stiamo parlando di Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Augur (REP), in euro (EUR) o franchi svizzeri (CHF). Il limite per il trasferimento senza KYC è impostato a 5.000 CHF, circa 4.400 euro al tasso di cambio attuale.

Questo gateway Exit-to-Fiat è un ottimo servizio per gli utenti  di tutto il mondo perché consente alle persone di scambiare crypto in Fiat e prelevare senza dover effettuare il KYC

Ha dichiarato Kosala Hemachandra, CEO e fondatore di MEW, in un comunicato stampa.

Tutto ciò è completamente regolamentato, dicono entrambe le aziende. Bity si è integrato con la versione di MEW V5, consentendo l’utilizzo di un’interfaccia per offrire questo prelievo senza KYC. Bity, che ha una vasta rete di ATM in diverse città svizzere, tra cui Zurigo, Basilea e Zugo, vanta una presenza consolidata nel paese in conformità con lo Swiss Anti Money Laundering Ordinance (AMLA), un’ordinanza svizzera contro il riciclaggio di denaro.

Alexis Roussel, fondatore e CEO di Bity, ha sottolineato che la loro tecnologia potrebbe

Verificare una Proof-of-Wallet-Ownership

Senza richiedere agli utenti di fornire informazioni personali volte a convalidare le loro identità. Ha anche sottolineato che questo avvenimento apre ad una nuova strada per chi vuole mantenersi più anonimo rispetto ad un qualsiasi altro exchange.

La nostra tecnologia […] aprirà finalmente le porte per consentire agli utenti di accedere a un exchange privo di KYC, ma comunque conforme a tutte le normative

Il debutto di questo servizio arriva proprio quando MyEtherWallet (MEW) ha appena annunciato la nuova versione del suo wallet: V5. Oltre a migliore l’esperienza utente e l’interfaccia, rendendo quindi il wallet più accessibile a tutti quanti, sono presenti nuove funzionalità.

MEW fa sapere che questa opzione sarà disponibile per diversi exchange che entreranno in competizione tra loro. L’idea è quella di consentire agli utenti di poter “fare acquisti” in maniera efficace, sfruttando la possibilità di poter ridurre le commissioni per le transazioni e rendere più coinvolgente questo settore.

myetherwallet mew exchange wallet kyc

Perché è cosi importante?

I classici KYC sono diventati un prerequisito per la maggior parte degli exchange che cercano di ottenere tutte le regolamentazioni necessarie per poter operare. Tuttavia, sempre più utenti lamentano questo tipo di controlli, viene meno l’anonimato e prevale la diffusione di informazioni personali, spesso ai fini di lucro.

Il popolare exchange ShapeShift, che ha provato a resistere a questo tipo di regolamentazioni, ha infine ceduto e ha dovuto aggiungere il KYC a settembre. Successivamente, il volume degli scambi presente al suo interno è crollato drasticamente e molti utenti si sono spostati su altre piattaforme.

Vi lascio il link all’exchange Bity.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi