Bitcoin Ethereum News

Debutta il Samsung Galaxy S10: supporto per il blockchain private key storage presente ma niente wallet. Prezzi e specifiche!

Si è appena concluso l’evento di Samsung, durante il quale è stato annunciato ufficialmente il Samsung Galaxy S10, il nuovo smartphone top di gamma del produttore sud-coreano accompagnato dal fratello maggiore S10+ e dalla variante più piccola S10e. Presente anche il Samsung Galaxy S10 5G, munito del nuovo protocollo di connettività di rete.

Attualmente l’azienda non ha annunciato la presenza o meno di un wallet per Bitcoin ed Ethereum come rumoreggiato in precedenza. E’ solo stata confermata la presenza di un sistema di archiviazione avanzata delle chiavi private compatibile anche con eventuali wallet e servizi legati alle criptovalute.

Samsung Galaxy S10

Come riportato infatti dal comunicato stampa ufficiale, Samsung Galaxy S10 integra alcune funzionalità per il blockchain private key storage.

Galaxy S10 is built with defense-grade Samsung Knox, as well as a secure storage backed by hardware, which houses your private keys for blockchain-enabled mobile services.

Vediamo insieme prezzi e specifiche di questi nuovi device, oltre alle feature legate alle criptovalute.

Smartphone Samsung Galaxy S10: nuovo design, display Infinity-O e tripla camera posteriore

Il nuovo flaghship del colosso Sud Coreano vanta un design rinnovato rispetto alla precedente serie S9. Il display frontale infatti, perde completamente – o quasi – le cornici laterali e quella superiore, mentre viene ridotta drasticamente anche la cornice inferiore. Permane il vetro di copertura di tipo EDGE mentre nasce il concetto di display Infinity-O. Si tratta di un piccolo foro nell’angolo superiore destro volto ad eliminare completamente il Notch visto sugli smartphone della scorsa annata. All’interno di tale apertura infatti, trova posto la fotocamera frontale, utilizzata anche come sensore di luminosità ambientale e utilizzata per lo sblocco con il viso.

Samsung Galaxy S10

Tale design ha consentito di posizionare una o più fotocamere nella parte anteriore riducendo al massimo le cornici. in questo modo, il rapporto screen-to-body sale oltre il 93%. Tra le altre novità di rilievo troviamo un display di tipo Dynamic AMOLED HDR+, avente un form factor 19:9 e risoluzione QuadHD+. Il vetro di Copertura è il ben noto Gorilla Glass 6, e, stando alle dichiarazioni dell’azienda, dovrebbe garantire la massima resistenza ai graffi e agli urti. Proprio il display integrerà un sensore ultrasonico per il riconoscimento delle impronte digitali, in modo da sbloccare lo smartphone con facilità.

Samsung Galaxy S10

Un’interessante novità riguarda anche il reparto grafico, nel dettaglio la camera posteriore. Percorrendo la scelta di Huawei, Samsung ha deciso di implementare una tripla fotocamera posteriore, munita di un obbiettivo principale di tipo Wide, un teleobiettivo con zoom ottico X2 ed un terzo sensore con ottica grandangolare. Un po’ come sul nuovo Xiaomi Mi9, annunciato proprio stamattina.

Infine, il device presente un sistema operativo basato su Android 9.0 PIE, personalizzato da Samsung con una nuova interfaccia grafica UI ONE di Samsung.

Le funzionalità di sicurezza avanzata ed il blockchain key storage

Sul fronte hardware, nel Galaxy S10 troviamo anche il nuovo processore octa-core Exynos 9820 realizzato con processo produttivo a 8 nanometri LPP FinFET. Il SoC è caratterizzato da tre cluster: 2 custom core di quarta generazione ad alte prestazioni abbinati a 2 core Cortex-A75 e a 4 core Cortex-A55 ad alta efficienza energetica.

Esso inoltre, integra una NPU (neural processing unit), un modem LTE Advanced Pro in grado di raggiungere una velocità massima di trasferimento dati di 2 Gbps, ed un’importante funzionalità di sicurezza avanzata, ovvero il PUF (physically unclonable function). Come già visto su altri prodotti Apple e non solo, questa funzionalità implementata a livello hardware consente lo storage sicuro di dati sensibili, quali le impronte digitali, le password ed anche un’ipotetica chiave privata o SEED di un wallet per criptovalute.

Non solo, tale sistema dovrebbe consentire anche una generazione sicura di chiavi private, senza consentire ad applicativi di terze parti del sistema operativo di accedere e clonare tali dati per fini fraudolenti.

Questa funzionalità del processore sarà sicuramente sfruttata dagli applicativi nativi di Samsung, fra cui proprio il Samsung Blockchain KeyStore. Al momento l’azienda non ha comunicato ufficialmente se lo smartphone integrerà un wallet per criptovalute di default, anche se il supporto a tale funzionalità lascia presagire di sì. Occorrerà attendere i primi hands-on per comprendere l’effettiva presenza di un wallet vero e proprio per Bitcoin ed Ethereum. Proveremo direttamente il Samsung Galaxy S10 in occasione del Mobile World Congress di Barcellona la prossima settimana!

Tale feature hardware è potenzialmente in grado di supportare qualsiasi criptovaluta. Chissà se l’uso di tale meccanismo verrà reso disponibile anche per wallet di terze parti.

Prezzi e specifiche complete della gamma Samsung Galaxy S10

Di seguito trovate una lista delle specifiche complete dei modelli annunciati, ovvero il Samsung Galaxy S10, S10+ ed S10e.

Samsung Galaxy S10

  • Schermo da 6.1 pollici QuadHD+ (1.440 x 3.040 pixel) Dynamic AMOLED HDR+ da 550 PPI ed 800 nit di luminosità massima;
  • Form factor 19:9 e vetro di copertura Gorilla Glass 6;
  • Processore Samsung Exynos 9820 octa-core fino a 2.7 GHz a 8nm;
  • Memoria RAM da 6GB a 8GB a seconda della versione;
  • Memoria interna da 128GB a 512GB a seconda della versione, con possibilità d’espansione tramite microSD;
  • Fotocamera posteriore:
    – un teleobiettivo (2X) con f/2.4, OIS e sensore da 12 MegaPixel;
    – un obbiettivo Wide con angolo di 77° e sensore da 12 MegaPixel con OIS ed f/1.5;
    – un obbiettivo Ultra Wide con angolo di visione 123°, f/2.2 e sensore da 16 MegaPixel;
  • Fotocamera anteriore da 10 MegaPixel ed apertura f/1.9;
  • Batteria integrata non rimovibile da 3400 mAh;
  • Dimensioni di 70,4 x 149,9 mm, spessore di soli 7,8 mm;
  • Peso di 157 grammi;
  • Lettore di impronte ultrasonico sotto al display accompagnato dal sistema di riconoscimento del volto;
  • Android 9.0 Pie con One UI;
  • Certificazione IP68;
  • Video in Super Slowmotion a 1000FPS e registrazione in 4K a 60FPS;
  • Ricarica wireless a 20 Watt, possibilità di condividere la ricarica con altri S10;
  • Connettività 4G LTE Cat.20 fino a 2Gbps e supporto al nuovo standard Wi-Fi 6;

Samsung Galaxy S10+

  • Schermo da 6.4 pollici QuadHD+ (1.440 x 3.040 pixel) Dynamic AMOLED HDR+ da 438 PPI ed 800 nit di luminosità massima;
  • Form factor 19:9 e vetro di copertura Gorilla Glass 6;
  • Processore Samsung Exynos 9820 octa-core fino a 2.7 GHz a 8nm;
  • Memoria RAM da 8 a 12 GB a seconda della versione;
  • Memoria interna da 128GB a 1 TB a seconda della versione, con possibilità d’espansione tramite microSD;
  • Fotocamera posteriore:
    – un teleobiettivo (2X) con f/2.4, OIS e sensore da 12 MegaPixel;
    – un obbiettivo Wide con angolo di 77° e sensore da 12 MegaPixel con OIS ed f/1.5;
    – un obbiettivo Ultra Wide con angolo di visione 123°, f/2.2 e sensore da 16 MegaPixel;
  • Fotocamera anteriore da 10 MegaPixel ed apertura f/1.9, seguita da seconda fotocamera frontale con un sensore di profondità TOF da 8 MegaPixel ed f/2.2;
  • Batteria integrata non rimovibile da 4100 mAh;
  • Dimensioni di 74,1 x 157,6, spessore di soli 7,8 mm;
  • Peso di 175grammi;
  • Lettore di impronte ultrasonico sotto al display accompagnato dal sistema di riconoscimento del volto;
  • Android 9.0 Pie con One UI;
  • Certificazione IP68;
  • Video in Super Slowmotion a 1000FPS e registrazione in 4K a 60FPS;
  • Ricarica wireless a 20 Watt, possibilità di condividere la ricarica con altri S10;
  • Connettività 4G LTE Cat.20 fino a 2Gbps e supporto al nuovo standard Wi-Fi 6;

Samsung Galaxy S10e

  • Schermo da 5.8 pollici FullHD+ (1.080 x 2.280 pixel) Dynamic AMOLED HDR+ da 522 PPI ed 800 nit di luminosità massima;
  • Form factor 19:9 e vetro di copertura Gorilla Glass 5;
  • Processore Samsung Exynos 9820 octa-core fino a 2.7 GHz a 8nm;
  • Memoria RAM da 6GB;
  • Memoria interna da 128GB a 256GB a seconda della versione, con possibilità d’espansione tramite microSD;
  • Fotocamera posteriore:
    – un obbiettivo Wide con angolo di 77° e sensore da 12 MegaPixel con OIS ed f/1.5;
    – un obbiettivo Ultra Wide con angolo di visione 123°, f/2.2, OIS e sensore da 16 MegaPixel;
  • Fotocamera anteriore da 10 MegaPixel ed apertura f/1.9;
  • Batteria integrata non rimovibile da 3100 mAh;
  • Dimensioni di 69,9 x 142,2 mm, spessore di soli 7,9 mm;
  • Peso di 150 grammi;
  • Lettore di impronte ultrasonico sotto al display accompagnato dal sistema di riconoscimento del volto;
  • Android 9.0 Pie con One UI;
  • Certificazione IP68;
  • Video in Super Slowmotion a 1000FPS e registrazione in 4K a 60FPS;
  • Ricarica wireless a 20 Watt, possibilità di condividere la ricarica con altri S10;
  • Connettività 4G LTE Cat.20 fino a 2Gbps e supporto al nuovo standard Wi-Fi 6;

Di seguito invece, trovate i prezzi delle varie varianti.

Samsung Galaxy S10+

  • Versione con 8GB di RAM e 128GB di Storage: 1.029€
  • Versione con 8GB di RAM e 512GB di Storage: 1.279€
  • Versione con 12GB di RAM e 1TB di Storage: 1.639€

Samsung Galaxy S10

  • Versione con 8GB di RAM e 128GB di Storage: 929€
  • Versione con 8GB di RAM e 512GB di Storage: 1.179€

Samsung Galaxy S10e

  • Versione con 6GB di RAM e 128GB di Storage: 779€

Per il momento non ci sono altri dettagli. I preordini per Galaxy S10 e Galaxy S10+ sono già effettuabili sul Amazon.

Riuscirà Samsung con questa mossa a contribuire alla diffusione delle criptovalute in ambito consumer?

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi