Exchange News

Coinbase pensa sia una buona mossa effettuare il backup delle proprie chiavi private sul cloud

Pochi giorni fa, Coinbase ha comunicato a tutti i suoi utenti che l’app Coinbase Wallet per iOS e Android è stata migliorata in modo tale che ora tutti gli utenti possano eseguire il backup di una copia crittografata delle proprie chiavi private sul cloud (iCloud nel caso di utenti iOS e Google Drive nel caso di utenti Android). Scopriamo insieme tutti i dettagli e alcune delle reazioni degli utenti prese dal web.

Una protezione per gli utenti

Il tweet di Coinbase:

Secondo il post sul blog di Coinbase, questa nuova funzionalità “offre una protezione aggiuntiva per gli utenti, aiutandoli ad evitare di poter perdere i loro fondi nel caso perdano il proprio dispositivo o smarriscono le proprie chiavi private“.

La nuova funzionalità di backup su cloud fornisce la possibilità di archiviare una copia crittografata della frase di recupero di 12 parole sul proprio cloud personale. Ovviamente, sarà necessario creare una password sicura e trovare un modo per ricordarla, ma nel caso un utente dovesse perdere il proprio dispositivo sarebbe comunque in grado di recuperare facilmente l’accesso ai propri fondi attraverso la combinazione dell’ account cloud personale (iCloud o Google Drive) e la propria password.

Leggi anche: Coinbase attiva il withdraw verso Paypal!

Coinbase specifica che il backup è crittografato con la tecnologia AES-256-GCM e accessibile unicamente dall’app mobile Coinbase Wallet.

Naturalmente, se la password utilizzata per il backup andasse persa, lo staff di supporto di Coinbase o il fornitore del servizio cloud non sarebbero in grado di aiutarvi poiché, in teoria, non conservano nessuna copia di questa password.

Coinbase non avrà accesso alla tua password o ai tuoi fondi in nessun momento, preservando la tua privacy e lasciandoti il totale controllo. Nemmeno il provider del tuo servizio di cloud avrà accesso ai tuoi fondi, poiché solo tu conosci la password in grado di decrittografare la tua frase di recupero di 12 parole.

Bigbit

Questa funzione attualmente viene supportata solamente da iCloud su dispositivi iOS e da Google Drive su dispositivi Android, ma Coinbase pianifica di aggiungere il supporto per altri servizi cloud in futuro (magari Dropbox?).

Al momento, questa funzione è completamente opzionale e deve essere esplicitamente attivata.

Inoltre, Coinbase raccomanda di attivare l’autenticazione a due fattori sui propri account Google o iCloud per rendere la vita molto più difficili ad eventuali attacchi hacker.

Le reazioni sul web

Tra gli investitori di vecchia data con esperienza nel mondo crypto, specialmente fra tutti quelli che credono fermamente nella idea di decentralizzazione, le reazioni su Twitter sono state piuttosto sorprese e negative. Eccovi alcuni esempi:

Come potete leggere qui sopra i commenti sono nella maggior parte negativi e perplessi dalla mossa effettuata da Coinbase.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure sui nostri gruppi social!

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi