Bitcoin News

Bitcoin(BTC): transazioni giornaliere ai massimi storici e fee bassissime

Bitcoin sta attualmente attraversando il mercato ribassista più lungo nella storia delle criptovalute. Molti esperti e analisti ipotizzano che il peggio debba ancora venire, anche se recentemente Bitcoin ha ricevuto il sostegno del CEO di Twitter, Jack Dorsey. Dorsey vede in Bitcoin il ruolo di valuta “dell’Internet” ed ha inoltre dimostrato il proprio supporto all’esperimento “Torch” di Lightning Network.

Secondo i recenti dati pubblicati su blockchain.com, il numero di transazioni giornaliere è ormai prossimo ai massimi storici. Nonostante ciò, le fee di rete rimangono piuttosto basse. Nulla di paragonabile alle cifre raggiunte un anno fa.

Da questi grafici si può osservare chiaramente come le transazioni giornaliere siano aumentate costantemente da maggio 2018 fino ad oggi. Ancor più sorprendente è la curva disegnata dall’andamento del prezzo delle fee di transazione, che passano da un massimo di più di 1500 BTC per blocco, durante Gennaio dello scorso anno, ai 20 BTC attuali. 

Bitcoin(BTC): transazioni giornaliere ai massimi storici e fee bassissime

Nonostante queste l’elevato numero di transazioni, il “transactions rates” per blocco si discosta di poco dal picco raggiunto a Gennaio 2018. Ciò sta ad indicare che l’aumento del numero di transazioni ha compensato il crollo del prezzo delle fee.

Bigbit

“Transactions rates” per blocco

Secondo una ricerca condotta lo scorso anno da Hasu, analista blockchain e blogger, un aumento della concentrazione delle transazioni ha portato a blocchi più efficienti. Merito sicuramente della diffusione di SegWit.

Per chi non lo sapesse, il Segregated Witness (SegWit) è stato proposto per risolvere un problema della blockchain di Bitcoin inerente la malleabilità delle transazioni. E’ stato un aggiornamento atteso da molti in quanto in grado di migliorare la scalabilità di Bitcoin. Esso infatti permette di “aggirare” la dimensione massima di un blocco Bitcoin.

Dato che le transazioni occupano molto meno spazio senza inserire tutte le informazioni inerenti alla firma, con l’aggiornamento a SegWit è stato introdotto il concetto di “block weight”, letteralmente “peso del blocco”. Si tratta di una maschera della dimensione del blocco, con o senza i dati inerenti alla firma. Tale parametro è limitato a 4 MB, mentre il limite di dimensione del blocco per le transazioni di base rimane a 1 MB.

SegWit quindi, ha eliminato le informazioni aggiuntive relative alla firma memorizzandole al di fuori del blocco base dedicato alle transazioni, consentendo dunque di inserire più transazioni all’interno del blocco di base. 

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi