Bitcoin News

Bitrefill lancia un nuovo servizio per la creazione di canali su Lightning Network

Bitrefill, azienda avente sede a Stoccolma, offre da alcuni anni un interessante servizio, ovvero la possibilità di ricaricare la propria SIM utilizzando Bitcoin ed altre criptovalute. Ne abbiamo parlato negli scorsi mesi, visto che è stata una delle prime piattaforme ad utilizzare anche Lightning Network, così da abbattere drasticamente le commissione di rete. Tuttavia, l’azienda ha deciso di introdurre un nuovo servizio, chiamato Thor.

Si tratta, in parole povere, di uno strumento che facilità la comprensione ed utilizzo della rete Lightning Network di Bitcoin. Lo strumento infatti, consente agli utenti di creare canali sulla rete Lightning Network senza provvedere alla configurazione manuale necessaria. John Carvalho, di Bitrefill, afferma:

Thor permette agli utenti di connettersi a Lightning Network indipendentemente dal fatto che possiedano o meno Bitcoin. Tutto ciò che devono fare è scaricare una delle applicazioni adibite a wallet supportate, installarla ed acquistare su Bitrefill ‘un’apertura del canale‘ verso il proprio wallet“.

Bitrefill lancia un nuovo servizio per la creazione di canali su Lightning Network

Stando alle parole di Carvalho, è un semplice servizio che subordina a Bitrefill le operazioni di creazione ed apertura del canale LN. Come ben saprete, per creare un canale su Lightning Network, occorre depositare una certa quantità di Bitcoin durante la transazione di apertura. Tali Bitcoin costituiranno la capacità del canale, dunque rappresentano i Bitcoin fungibili scambiabili sul canale.

L’operazione di apertura deve venir eseguita da una delle due parti. Thor permette semplicemente agli utenti di aprire un canale senza doversi preoccupare della configurazione e del lavoro tecnico necessario per l’apertura di un canale, lavoro che può essere pagato con Bitcoin, Litecoin, Ethereum, Dash o Dogecoin, utilizzabili per finanziare il canale. A questo punto, Bitrefill manterrà i canali attivi per 30 giorni.

L’idea qui è quella di permettere a tutti di entrare nella rete Lightning Network senza avere competenze tecniche di un certo livello, dal momento che per ora LN non è del tutto user friendly.

Lightning Network a tutta birra!

Bitrefill sta utilizzando Lightning Network da ormai più di un anno. Nel corso del 2018, l’azienda ha registrato 3760 ordini sulla propria piattaforma pagati tramite Lightning Network. La prima settimana del 2019 ha già superato i 105 ordini, dice l’azienda. Secondo 1ML.com, Bitrefill è una delle prime cinque aziende in termini di capacità della rete di Bitcoin Lightning Network.

Thor funziona con diversi hot wallet, fra cui quello di LND. Gli utenti scansionano il codice QR sulla pagina Thor dopo aver effettuato il pagamento, così da eseguire l’operazione. Il tutto senza dover utilizzare il terminale o righe di comando.

Con questa utility, diverrà dunque assai più facile utilizzare Lightning Network da mobile, anche per chi non possiede un proprio nodo personale.

Per ora siamo ancora ben lontani da una diffusione di massa di LN, ma gli sviluppatori stanno lavorando sodo e la rete sta prendendo sempre più piede. D’altronde di recente LN ha superato la capacità di 500 BTC.

Il 2019 potrebbe vedere un’ulteriore crescita della rete, complice il debutto di nuovi Wallet, LApps e strumenti come quello di Bitrefill. Vedremo.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi