Mining News

Bitmain: i CEO Jihan Wu e Micree Zhan pronti alle dimissioni?

Come già anticipato nelle scorse settimane, il 2018 è stato un anno molto duro nel mondo delle criptovalute, non solo per i trader e gli investitori, ma sopratutto per i minatori e le aziende che si occupano dello sviluppo e vendita di dispositivi per il mining, ovvero gli ASIC. Fra di esse, troviamo sicuramente Bitmain, spesso al centro dell’attenzione per i suoi prodotti e per il monopolio nel settore, che è stato minimamente scalfito da altre aziende.

Così come GMO, che ha da poco annunciato di voler ritirarsi dal settore del mining di criptovalute per le troppe perdite registrate, anche Bitmain non naviga in buone acque, viste le grosse perdite subite nella seconda metà del 2018. Perdite che in parte sarebbero effettivamente dovute al calo delle vendite ed all’aumento dei costi per mantenere le mining farm, ma anche – o forse sopratutto – alla pessima gestione finanziaria dell’azienda.

Come ben saprete infatti, lo scorso Giugno Bitmain aveva annunciato di possedere ben un milione di Bitcoin Cash. Buona parte di essi sono stati minati ed altrettanti acquistati o ottenuti dal proprio shop grazie alla vendita di ASIC. Negli ultimi mesi però, Bitcoin Cash ha registrato le maggiori perdite, complice il fork di Novembre che ha scombussolato il mercato.

Di conseguenza, l’azienda ha subito ingentissime perdite. Al momento non è chiaro quanti BCH Bitmain possegga, ma pare ormai evidente che la situazione economica aziendale non sia delle migliori. Recentemente infatti, più del 50% dei dipendenti son stati licenziati. E’ stato anche chiuso il centro di ricerca e sviluppo in Israele.

Bigbit

Bitmain: i CEO Jihan Wu e Micree Zhan pronti alle dimissioni?

Secondo le ultimi voci circolanti in rete, pare che i CEO Jihan Wu e Micree Zhan siano in conflitto nella gestione aziendale, motivo per cui uno dei due o forse entrambi potrebbero dimettersi dall’incarico. Ovviamente non vi è nulla di certo, ma nell’ultimo trimestre Bitmain ha registrato perdite per oltre 400 milioni di Dollari, in un momento in cui l’azienda aveva intenzione di espandere le sue attività di mining, ricerca e sviluppo.

Inoltre, Bitmain doveva lanciare la proprio IPO da ben 12 miliardi di Dollari lo scorso Settembre, ma vista la poca trasparenza della situazione fiscale, i regolatori di Hong Kong non hanno consentito l’operazione, rendendo ancor più difficile la situazione del colosso, in cerca di corposi fondi.

Nel 2017 Bitmain aveva incassato oltre 1.1 Miliardi di Dollari di profitti

Nel corso del 2017 l’azienda cinese aveva registrato ben 1.1 Miliardi di Dollari di profitto, rendendola di fatto una delle aziende più importanti del settore crypto. Complice forse le aspettative mancate, il 2018 rischia di chiudersi con perdite assai consistenti, anche se la prima parte dell’anno è stata chiusa con buoni incassi.

Difficile che una realtà del genere fallisca. E’ assai più probabile che avvenga una corposa revisione aziendale, con le dimissione di buona parte dei dirigenti attuali. Stando a ciò che circola in rete, l’azienda potrebbe vendere buona parte delle proprie criptovalute – sempre se non lo ha già fatto – per ripagare i propri debiti. Possessori di Bicoin Cash e Litecoin, state in guardia dunque.

Infine, nel caso in cui Wu e Zhan si dimettessero realmente, manterrebbero comunque il ruolo di stakeholder.  A prendere il ruolo di CEO potrebbe pensarci un certo Chang, anche se rimane sconosciuto il nome completo.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi