Bitcoin Mining News

Bitcoin: nuovo calo della difficoltà del 9%

Nella giornata a cavallo fra il 18 ed il 19 Dicembre 2018, Bitcoin ha registrato un ulteriore significativo calo della difficoltà, prossimo al -9%. Si tratta della terza riduzione filata della difficoltà di mining di Bitcoin. Giusto 15 giorni fa infatti, vi avevamo riportato dell’importante calo del 15% registrato il 3 Dicembre 2018, il secondo più importante avvenuto nella storia di Bitcoin.

Con un -9.56%, l’ultima riduzione della difficoltà si colloca al quinto posto per l’entità del calo. Considerando le precedenti tre correzioni, rispettivamente pari al -7.4% (16 Novembre), -15% (3 Dicembre) e -9.56% del 18 Dicembre, Bitcoin ha registrato una flessione del valore complessivo della difficoltà prossimo al -31%.

bitcoin Mining Difficoltà BTC

Bigbit

Come vi abbiamo già spiegato nel nostro articolo dedicato al meccanismo di funzionamento della difficoltà di BTC, essa viene corretta ogni 15 giorni circa, ed ha come obbiettivo bilanciare il giusto tasso di estrazione dei blocchi in proporzione all’hashrate della rete. Dunque, maggiore è l’hashrate del network, maggiore è la difficoltà, mentre viceversa più esso scende, più la difficoltà si abbassa.

Il meccanismo del mining di Bitcoin è fatto per autoregolarsi in base alla propria rete, senza la necessità di interventi umani o di un ente centrale.

Bitcoin: nuovo calo della difficoltà del 9%. Riparte la corsa al mining?

Con quasi un -31% di difficoltà di estrazione ed il prezzo della moneta che finalmente è risalito sulla soglia dei 4mila dollari, molti dei miners che avevano in precedenza deciso di mettere in pausa le proprie macchine potrebbero avviarle nuovamente.

Per quanto per un gran numero di individui minare sia sempre stato redditizio, anche con BTC ai minimi annuali, molti privati o piccole farm sono state costrette a spegnere nelle ultime settimane i propri ASIC per non andare in perdita. Ma potrebbe essere stata solo una parentesi momentanea.

Con il recente corposo calo della difficoltà che gestisce l’estrazione di Bitcoin, molti minatori potrebbero rimettersi in gioco, complice anche il lieve recupero del prezzo di BTC. Dal 18 Dicembre ad oggi infatti, l’hashrate ha subito un lieve incremento, indice che il temporaneo aumento delle rendite non è passato inosservato. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane, più precisamente nei primi giorni di Gennaio, quando avverrà la nuova correzione della difficoltà.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi