Exchange News Ripple

Per quale motivo Coinbase non ha ancora listato Ripple (XRP)?

Il 7 dicembre, Coinbase, uno dei principali exchange di criptovalute (che accetta anche valuta fiat), ha annunciato l’eventuale valutazione di altri 31 crypto-asset da integrare al proprio interno.

Coinbase ha cambiato strategia

Una delle criptovalute che Coinbase sta esaminando è Ripple (XRP), la seconda per capitalizzazione, con un market cap di oltre 12 miliardi di dollari.

Sebbene Coinbase abbia espresso l’intenzione di listare Ripple (XRP) in futuro, la maggior parte degli investitori e dei membri della sua comunità non è soddisfatta a causa della recente aggiunta di quattro nuovi cripto-asset alla piattaforma di trading.

Quindi, cosa sta trattenendo esattamente Coinbase dall’inserire Ripple (XRP) ? Perché si listano altre piccole criptovalute e token ERC20, ma non Ripple (XRP)?

All’inizio di questa settimana, Dan Romero, vicepresidente e general manager di Coinbase, ha dichiarato che la società intende listare il 90% degli asset legalmente conformi purché siano al di sopra di una determinata soglia di qualità.

Ha sottolineato che, come in un mercato azionario tradizionale, l’azienda desidera fornire agli utenti il maggior numero possibile di valute, per garantire la più ampia gamma possibile di investimenti.

Ecco il link al gruppo Telegram Italiano di Coinbase.

Il nostro recente cambio di strategia è davvero voluto dai clienti. Quando abbiamo chiesto un parere, tutti quanti ci hanno suggerito di aggiungere nuove criptovalute alla piattaforma. Così come una borsa tradizionale, listeremo tutto ciò che superi dei parametri qualitativi opportuni. Cosicché gli investitori e i singoli individui possano decidere tranquillamente su cosa investire.

La causa pendente su Ripple

L’approccio cauto di Coinbase nei confronti dell’integrazione di Ripple (XRP) potrebbe essere influenzato dal caso giudiziario federale pendente tra Ripple Labs e un gruppo di investitori che sostiene che l’asset sia una security.

Recentemente, la causa legale contro Ripple Labs è stata portata davanti al tribunale federale degli Stati Uniti, e il caso sarà monumentale nello stabilire la natura regolatoria di Ripple (XRP) una volta per tutte.

Se la US Securities and Exchange Commission (SEC) riterrà Ripple (XRP) una security e Ripple Labs farà ricorso, la causa allora passerà davanti la corte federale. Quindi, anche per la SEC, attualmente non esiste altra alternativa che attendere i risultati del caso in sospeso.

Secondo le affermazioni di Jake Chervinsky, un avvocato con sede negli Stati Uniti, in una conferenza a New York, Jay Clayton (presidente della SEC), pare abbia detto che la commissione dovrà aspettare un giudice o una giuria per decidere la natura di Ripple (XRP).

Le stesse parole di Clayton sono state:

La domanda che ricevo più frequentemente è: “pensi che Ripple (XRP) sia una security?”
Purtroppo, non posso rispondere senza dare consigli legali. Anche se potessi, starei solo speculando su ciò che un giudice o una giuria deciderà e su ciò che Ripple è disposto ad accettare in un accordo. Basta aspettare.

Aspettare quanto?

Fino a quando il tribunale federale non deciderà se Ripple (XRP) è una security o meno, i principali exchange di criptovalute non rischieranno di integrare XRP (qualora non l’abbiano già fatto), anche se  ritengono che la stessa non sia affatto una security.
Probabilmente non verrà presa nessuna decisione fino alla fine del procedimento giudiziario, e quindi è probabile che l’aggiunta di Ripple su Coinbase tarderà.

Vi lascio il link al gruppo Telegram Italiano di Coinbase.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi