Bitcoin Mining News

Il mining di Bitcoin è il 70% più profittevole rispetto a Bitcoin SV

Stando al sito di statistiche Coin Dance, piattaforma utilizzata per seguire l’hashrate ed i blocchi delle blockchain di Bitcoin Cash e Bitcoin SV, nato dal recente chain split, attualmente minare Bitcoin è fino al 70% più profittevole rispetto a Bitcoin SV.

I motivi potrebbero essere molteplici. In primis, Bitcoin SV, nonostante sia entrato a far parte delle prime dieci criptovalute in termini di capitalizzazione con 1.5 miliardi di Dollari, negli ultimi giorni ha registrato una lieve diminuzione del proprio valore. Si è infatti passati dai circa 95 Dollari agli attuali 88-89 Dollari

Tuttavia, uno degli aspetti più interessanti potrebbe coinvolgere il recente e corposo calo della difficoltà di BTC, che, seppur lievemente, ha innalzato i profitti dei miners di Bitcoin.

Il mining di Bitcoin è il 70% più profittevole rispetto a Bitcoin SV

Stando alle statistiche, attualmente BCH e BSV vantano un hashrate dei propri network prossimi rispettivamente ai 1.1 e 1.8 ExaHash/s. Abbiamo dunque Bitcoin SV in netto vantaggio rispetto a BCH. Proprio l’hashrate più elevato di quasi il 70% rispetto a BCH potrebbe essere un’ulteriore causa della bassa redditività del mining. Aumentando l’hashrate infatti, aumenta la difficoltà di estrazione. Tuttavia se il prezzo della moneta non sale in maniera proporzionatele, rimane sconveniente da minare.

Bitcoin SV Hashrate Mining

Questa profittabilità così bassa fa un po’ sorridere, dal momento che uno dei motivi per cui Wright, a capo della fazione di  BSV, ha deciso di aumentare la dimensione dei blocchi ha come obiettivo aumentare il reward dei miners, grazie al maggior numero di transazioni che possono venir incluse in essi.

Di recente, infatti, Wright ha parlato di un futuro aumento delle dimensioni dei blocchi della blockchain di Bitcoin SV a 512 MB. Ciò, abbinato ad un valore della moneta prossimo ai 640 Dollari, porterebbe ai miners un profitto di ben 32mila dollari per blocco. Tale profitto, deriverebbe dalle fee delle migliaia di transazioni che un blocco con questa dimensione è in grado di includere.

I problemi però sono due: attualmente la maggior parte dei blocchi sono quasi completamente vuoti, dal momento che non vi sono molte transazioni sulla rete. Secondo, BSV vale poco meno di 90 Dollari, ben lontano dalla cifra ipotizzata. In questo momento dunque, chi possiede ASIC SHA-256 ottiene compensi assai maggiori nel mining di Bitcoin ed anche di BCH, rispetto a BSV. Insomma, la moneta per i miners non è poi così mining-friendly, almeno per ora.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi