EOS News

EOS: il BP StartEos dividerà con gli utenti i profitti. Accuse di mancata decentralizzazione

Starteos, un block producer di EOS, ha apertamente affermato di voler condividere parte dei suoi profitti con gli utenti. Può passare in sordina una notizia del genere, ma è comunque significativa perché suggerisce che la rete EOS, una delle criptovalute con la più alta capitalizzazione al mondo, non sia in effetti così decentralizzata o democratica come vuol far pensare con le sue dichiarazioni.

Con il suo sistema elettorale, EOS ha sempre affermato di essere altamente democratizzata perché, proprio come Tron (TRX), consente agli utenti di votare e decidere ciò che vogliono. Di conseguenza, il sistema dovrebbe funzionare un po’ come una democrazia rappresentativa, ma “digitale”.

Tuttavia, solo 21 utenti/società (Block Producers)  verificano tutte le transazioni che avvengono sulla blockchain. Si tratta di un numero piuttosto ristretto di rappresentanti. Infatti, sulla rete Bitcoin (BTC), ad esempio, teoricamente lo può fare chiunque.

EOS si basa sul delegated-proof-of-stake. Significa che solo degli utenti speciali possono verificare le transazioni e prendere decisioni riguardanti gli aggiornamenti del sistema. Come con altre criptovalute, l’elaborazione delle transazioni comporta entrate. A differenza delle altre, però, questi 21 nodi sono gli unici in grado di elaborare le transazioni e quindi guadagnare circa 10.000 dollari al giorno.

EOS: il BP StartEos dividerà con gli utenti i profitti. Accuse di mancata decentralizzazione

Starteos, uno dei nodi ufficiali di EOS autorizzati ad approvare le transazioni, ha dichiarato in un post del 27 novembre che

Dopo aver delegato Starteos.io come proxy, è possibile ottenere entrate continue e stabili.

L’organizzazione cinese, che deve ancora commentare le accuse contro le procedure che sfavoriscono la decentralizzazione e la democratizzazione della blockchain di EOS, ha definito il sistema delle entrate come una ricompensa per i titolari dei token.

L’ inverno delle criptovalute è arrivato. Quanta fede ti è rimasta? Ora Starteos rimarrà al tuo fianco! Condivideremo i profitti con te e supereremo le difficoltà insieme.

In ottobre Block.one, lo sviluppatore del protocollo block-block EOS, è stato accusato di consentire la manipolazione del voto sulla sua rete. Accuse subito smentite dal suo CEO, Brendan Blumer:

Siamo a conoscenza di alcune affermazioni non verificate in merito al voto irregolare dei produttori di blocchi e alle successive smentite di tali affermazioni. Riteniamo sia importante garantire un processo elettorale libero e democratico all’interno di EOS e, se lo si riterrà opportuno, potremo votare con altri holders per rafforzare l’integrità di questo processo.

Ma i dubbi su EOS non finiscono qui, infatti (ne abbiamo parlato in questo articolo), neanche un mese fa EOS ha invertito delle transazioni sotto ordine di un arbitro della rete. Quindi è naturale chiedersi, dove sono finite l’immutabilità della rete e la decentralizzazione, caratteristiche cardine di una blockchain come quella di Bitcoin e tante altre criptovalute.

Tuttavia, come più volte affermato da Daniel Larimer, creatore del protocollo EOS, lo scopo della piattaforma è quello di fornire una soluzione sicura per gli utenti, performante e semplice da utilizzare, a discapito, seppur parzialmente, della decentralizzazione della rete.

 Il mercato di certo non sorride

EOS ha subito calo di oltre il 10% oggi. La criptovaluta, anche per colpa del mercato fortemente ribassista, si sta comportando come una delle peggiori monete. Un massiccio sell-off ha causato il crollo della valuta digitale, ed i venditori stanno spingendo verso il basso il prezzo del token.

Ricordiamo che EOS ha raccolto 4 miliardi di dollari durante la sua ICO, e il suo token, ha attualmente una capitalizzazione di circa 2,3 miliardi di dollari. Nonostante il calo subito oggi, si mantiene però stabile al sesto posto del market-cap globale (dato: CoinMarketCap).

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

  1. Scusate io ho fatto bonifico trading con Vrise mi era stato sugesugge intanto ho notato che non paga sapreste aiutarmi a comprendere?? Grazie

Rispondi