Bitcoin Legislazione News

Breaking News: Nasdaq pronto a lanciare i Futures sul Bitcoin (BTC)

Il Nasdaq, la seconda più grande borsa al mondo, prevede di introdurre un mercato dei Futures sul Bitcoin (BTC) entro il primo trimestre del 2019.

Se non sai cosa sono i Futures, leggi il nostro articolo.

Una fonte ha riferito a Bloomberg che il Nasdaq ha collaborato con la Commodities and Futures Trading Commission (CFTC) per ricevere l’approvazione per quanto riguarda la regolamentazione, in grado di abilitare le operazioni futures sulle criptovalute.

Il rapporto dice:

Il Nasdaq ha lavorato duramente per soddisfare le preoccupazioni della Commodity Futures Trading Commission, prima di lanciare i contratti futures. L’exchange di New York vuole aprire al trading nel primo trimestre del 2019, ha detto una delle persone.

Che impatto avranno il Nasdaq e Bakkt sul mercato delle criptovalute?

Bakkt, un exchange fondato dall’ICE, la casa madre della Borsa di New York, dovrebbe lanciare il suo mercato dei future sui Bitcoin il 24 gennaio.

Il 20 novembre, la società ha ritardato la quotazione dei futures sul Bitcoin (BTC) citando un aumento imprevisto della domanda per il suo prodotto. Bakkt ha dichiarato di aver bisogno di più tempo per preparare l’infrastruttura necessaria a gestire una gran mole di investitori con sede negli Stati Uniti.

ICE Futures U.S. listerà il nuovo contratto futures giornaliero Bakkt e sarà aperto al trading a partire da giovedì 24 gennaio 2019. Il nuovo termine di scadenza fornirà un tempo supplementare per l’onboarding del cliente, prima dell’inizio del trading e dello storage dei nuovi contratti.

Attualmente, la domanda degli investitori istituzionali per le criptovalute può essere valutata solo attraverso i numeri che Bakkt, Fidelity Digital Assets, Goldman Sachs, BitGo Custody, Coinbase Custody e altri importanti mercati over the counter (OTC) possono fornire.

L’ingresso del Nasdaq in un mercato ribassista suggerisce che la società vede una domanda istituzionale sufficientemente alta dal mercato statunitense. Un conglomerato delle dimensioni del Nasdaq non assegna una gran parte delle sue risorse allo sviluppo di un’infrastruttura per una nuova classe di attività, a meno che non sia certo che la domanda aumenterà nel tempo.

A seconda dei piani del Nasdaq, entro il secondo trimestre del 2019, il mercato delle criptovalute potrebbe vedersi strettamente connesso a Nasdaq e NYSE, due delle più grandi borse mondiali.

Bakkt consegna fisicamente Bitcoin (BTC) ai suoi investitori e, in quanto tale, potrebbe avere un impatto reale sulla fornitura di Bitcoin (BTC) e, in definitiva, sul suo prezzo. Le complessità dei piani del Nasdaq rimangono poco chiare, ma i due mercati potrebbero portare ad un grande aumento della liquidità.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi