News

BAT e Brave browser: in arrivo partnership con un colosso del web

Basic Attention Token (BAT) è sotto la luce dei riflettori da diverso tempo. Ancora di più in queste settimane dato che è stato da poco listato su Coinbase. BAT è la criptovaluta dietro ad un progetto molto interessante che ambisce a migliorare il mondo dell’advertising online. BAT elimina gli intermediari dal processo pubblicitario. Gli utenti sono “premiati” per la loro attenzione nel guardare gli annunci e i publisher ricevono direttamente la maggior parte delle entrate pubblicitarie. Inoltre, gli inserzionisti ottengono un ROI (Return of Investiment) migliore e dati più accurati da analizzare usando BAT. Attualmente, l’unico browser Web in grado di utilizzare Basic Attention Token è Brave, un browser creato dallo stesso team di sviluppo del token BAT. Il sistema di fatto paga gli utenti per la visualizzazione degli annunci, gli inserzionisti pagano gli utenti direttamente per il loro tempo (da qui il nome…).

Brendan Eich, creatore di Brave e di BAT (ma anche creatore di Javascript e co-founder di Mozilla, non uno da poco!) ha lasciato intendere che un importante sito Web è in procinto di adottare BAT. La cosa è emersa durante una recente intervista con il podcast relativo alle criptovalute “What Bitcoin Did“.

Basic Attention Token (BAT) partnership: guess who

bat basic attention token news criptovalute coinbase pro

Eich stava discutendo sul potenziale di BAT e del modo in cui può rivoluzionare il mondo dell’advertising online quando si è lasciato scappare qualcosa di interessante:

Sto per parlarvi di un sito ma non vi svelo che sito è. Ha 80 milioni di utenti al mese che usano l’adblocker e molti di più che non lo utilizzano. In ogni caso la percentuale di utenti con l’adblocker attivo è molto elevata. Stiamo lavorando insieme a loro per cercare di portare i loro utenti su Brave[…]

queste un sunto delle parole di Brendan Eich.
Eich ha detto che l’elevata adozione degli ad-blocker lascia ben sperare per la futura crescita di Brave. I siti web saranno attratti dalla possibilità di generare profitti da tutti i loro utenti e non solo da quelli che non usano l’ad-blocker. I numeri di BAT sono molto buoni, qui trovate il loro report di Giugno, in cui si stimavano 2.7 milioni di utenti mensili per il browser Brave. Durante il podcast, ha detto che 23.000 entità sono registrate per ricevere pagamenti in BAT attraverso la piattaforma Brave. Dow Jones Media Group e i quotidiani Guardian e Washington Post sono già a bordo della piattaforma.
Stando ai dati di Statista mediamente il numero di utenti che usa un ad-blocker è il 27%. Pertanto un sito con 80 milioni di utenti unici con adblocker attivo avrà circa 200-300 milioni di visitatori mensili totali. Stando ai dati del data tracker SimilarWeb, WordPress vanta 327 milioni di utenti unici mensili, Pinterest 303 milioni, mentre Quora, Reddit, XHamster e IMDB hanno 270, 245, 241 e 233 milioni di vistatori rispettivamente. Tra questi WordPress si è rivelato abbastanza crypto-friendly essendo registrato al Civic Secure Identity Platform (CVC) come Brave (qui i dettagli sulla partnership Brave- Civic). Non si sa con certezza quale sia il sito web a cui si riferisce Eich: vi terremo aggiornati.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi