News

La SEC multa EtherDelta, IDEX richiede il KYC agli utenti

Tempi duri per gli exchange decentralizzati dei quali vi abbiamo parlato più volte in passato in quanto offrono una serie di innumerevoli vantaggi rispetto a quelli tradizionali. Ad esempio, negli exchange decentralizzati, abbreviati con DEX, ogni utente detiene il controllo dei propri fondi. In secondo luogo, non vi è un’autorità centrale. Terzo, è praticamente impossibile rubare i fondi, dal momento che tutto viene eseguito on-chain e gli utenti accedono ai mercati con il proprio wallet.

Di recente IDEX, l’exchange DEX più importante, di cui vi abbiamo parlato nella nostra guida completa, ha impedito lo svolgimento di operazioni ai cittadini di NewYork. A partire da Novembre 2018 IDEX ha inoltre deciso di imporre il KYC (know your costumer) ai propri clienti. Chiaramente per un exchange DEX la privacy è un elemento chiave, ecco perchè la community è insorta. Gli altri exchange DEX sono tutti sotto la lente, per vedere se la decisione presa da IDEX è una scelta isolata o dovuta a forti pressioni esterne… IDEX nel comunicato ha spiegato che la scelta è stata presa “al fine di rispettare le sanzioni e le leggi sul riciclaggio di denaro“. Chiaramente richiedere il KYC significa svelare l’identità delle persone e in assenza della privacy assoluta va a cadere uno dei più grossi punti a favore deglie exchange DEX.

Dopo l’ufficializzazione della richiesta del KYC i volumi di IDEX sono calati nettamente, anche se in realtà, in seguito, sono tornati a crescere, probabilmente anche a causa del mercato che negli ultimi giorni si è mosso.

idex volumi etherdelta

I volumi di IDEX in seguito all’annuncio del KYC obbligatorio.

EtherDelta multato dalla SEC

Poche ore fa la SEC degli USA ha rilasciato un comunicato ufficializzando una multa nei confronti di EtherDelta, exchange DEX al pari di IDEX. La Securities and Exchange Commission ha multato Zachary Coburn in prima persona, il fondatore di EtherDelta.

EtherDelta è stato lanciato nel 2017 e dalla data di lancio al 31/12/2017 ha completato circa 3.6 milioni di ordini, numero destinato a salire nel 2018. L’exchange è stato venduto ad anonimi compratori cinesi a fine 2017 i quali hanno successivamente lanciato un token EtherDelta (e la relativa ICO).

La multa è dovuta al fatto che la piattaforma non risulta registrata negli USA e nonostante ciò permette la compravendita di asset riconosciuti come “securities” e questo è contro la legge statunitense. Coburn ha dovuto quindi pagare una multa complessiva pari a 388.000$. Questa situazione potrebbe replicarsi anche per gli altri DEX che operano negli USA senza avere tutte le carte in regola.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi