News

Un Dev interno viola lo smart contract: Oyster Pearl (PRL) perde il 60%


UPDATE: probabile contract-swap con un nuovo token

“Dopo una prima analisi, siamo inclini a credere che queste azioni siano riconducibili totalmente a Bruno Block e che l’abbia fatto per evitare di incappare nelle nuove procedure KYC dell’exchange Kucoin (che saranno implementate il 1° novembre).

Queste nuove normative avrebbero permesso dei withdraw limitati per quanto riguarda i conti privi di KYC, a non più di 2 BTC al giorno e avrebbero dunque impedito che ciò accadesse.

Sicuramente si tratta di una strategia ben orchestrata ed eseguita alla perfezione (in un momento in cui sapeva che la maggioranza della squadra di Kucoin sarebbe stata indisponibile). Ciò ha colto di sorpresa tutti noi al di fuori di Bruno Block, poiché il team detiene collettivamente circa il 5% della fornitura totale nei wallet personali, […] non lasceremo che il ruolo di Bruno minacci un progetto a cui tutto il resto del team si è completamente dedicato.

Per quelli di voi che possiedono PRL, i vostri token sono al sicuro. Stiamo ancora valutando le nostre opzioni, ma molto probabilmente eseguiremo uno swap per riportare tutto a prima che accadesse questo fatto (ad esempio, tutti i 98,5 milioni di PRL precedentemente disponibili verranno scambiati con un rapporto 1:1 con PEARL, o con qualcosa del genere).

Siamo anche interessati a ottenere qualsiasi informazione trapelasse sulla potenziale identità di Bruno. Nonostante abbia lavorato con noi negli ultimi 10 mesi, Bruno ha sempre mantenuto il suo anonimato. Dopo aver assunto il ruolo di CEO, la sua attività all’interno del progetto è diminuita drasticamente. Se avete qualche informazione su chi possa essere vi preghiamo di contattarci via e-mail per poterne discutere.

Nel frattempo, il nostro team lavorerà 24 ore su 24 per rimediare a questa situazione.”

Tutte queste informazioni, insieme ad altre, sono reperibili all’interno di un post appena rilasciato sull’account medium ufficiale di Oyster Pearl.


Stando alle prime indiscrezioni pervenute su Reddit poco fa, un Dev ha volutamente richiamato una funzione che ha permesso la creazione di nuovi token PRL, venduti poi immediatamente su un exchange.

Si tratterebbe dunque di un membro interno al team, il quale ha richiamato la funzione transferDirector circa 6 ore fa, concedendosi diritti di amministratore. Tale funzione è eseguibile solamente con la chiave privata di chi ha creato lo smart contract.

Non si sa ancora se si tratti dello sviluppatore in persona o di qualcun altro in possesso di certe informazioni sensibili. Aggiorneremo questo articolo nel caso dovessero esserci novità.

Bigbit

Successivamente sono state riaperte le funzionalità dello smart contract relative all’ICO sale. Tramite tutto ciò è stato possibile “stampare” 4 milioni di token Oyster Pearl (PRL) per un controvalore di quasi 1 milione di dollari (in quel preciso momento).

Se vuoi sapere cos’è Oyster Pearl (PRL) leggi il nostro articolo.

Poche ore fa il token valeva circa 0.23 $ e il suo ATH è stato di 4.85 $ nella prima settimana di gennaio 2018. Attualmente il prezzo di PRL è di 0.076 $ con una perdita di oltre il 60% in pochissime ore.

Circa un’ora fa l’account ufficiale di Twitter di Oyster Pearl (PRL) ha fatto sapere che il trading del token sull’exchange Kucoin è stato sospeso:

Hanno comunque dichiarato che non ci sono bug all’interno dello smart contract e che non si tratta di un errore di programmazione. Non sanno perché è successo tutto ciò e stanno cercando di risolvere il problema:

Kucoin offre circa l’80% del volume giornaliero di PRL token, il resto viene scambiato su Cryptopia e su pochi altri exchange. Sicuramente passare da 20 milioni di dollari di capitalizzazione di mercato, a 6.5 milioni non è per niente un colpo facile da assorbire sia per gli investitori sia per chi crede fermamente nel progetto.

Resta comunque da valutare il da farsi una volta che verrà riabilitato il trading su Kucoin. Il valore del token potrebbe scendere nuovamente dal momento che la news è appena uscita e sicuramente ci sono molti holders che non hanno fatto in tempo a prendere una decisione.

Restate con noi per ogni ulteriore aggiornamento!

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

  1. storia paradossale : “Nonostante abbia lavorato con noi negli ultimi 10 mesi, Bruno ha sempre mantenuto il suo anonimato. Dopo aver assunto il ruolo di CEO, la sua attività all’interno del progetto è diminuita drasticamente”
    praticamente hanno fatto CEO di un progeto un tizio che neanche sanno che faccia ha …Geniale
    Speriamo che la nuova moneta non la chiamino P I R L

Rispondi