News Wallet

Blockchain lancia il suo hardware wallet: Lockbox!

Uno dei metodi più sicuri per conservare criptovalute consiste nell’uso di un hardware wallet. Si tratta di un dispositivo in grado di conservare la chiave privata in maniera sicura, essendo un device “offline”, teoricamente immune ad attacchi hacker. Se volete saperne di più sugli hardware wallet vi rimando alla nostra rassegna. Questi dispositivi stanno diventando sempre più avanzati, proprio ieri la compagnia dietro il Trezor ha annunciato la possibilità di scambiare criptovalute direttamente dal wallet senza doverle spostare su un exchange (grazie alla partnership con Changelly e Shapeshift). Blockchain è uno storico fornitore di wallet, nasce nel 2011 e da allora sono stati creati quasi 3o milioni di portafogli virtuali. L’azienda ha stretto una partnership con Ledger e ha deciso di lanciare il proprio personalissimo hardware wallet: il Lockbox.

Lockbox: l’hardware wallet di Blockchain

Lockbox ledger blockchain

Gli ordini per il Lockbox sono già stati aperti, il device costa 99.99$ ed è acquistabile dal sito ufficiale anche mediante Bitcoin. Le prime spedizioni partiranno dal mese di Novembre. Il Lockbox ha tutte le caratteristiche e funzionalità degli altri hardware wallet con qualche piccola novità.

Innanzitutto va detto che Lockbox è stato progettato specificamente da Ledger per Blockchain. Presenta un firmware Blockchain personalizzato, che abilita le esclusive funzionalità di Lockbox. Lockbox non è compatibile con prodotti Ledger come Ledger Live. Il device faciliterà gli scambi crypto-crypto grazie a Swap, servizio che verrà lanciato la prossima settimana e del quale vi daremo maggiori dettagli non appena se ne saprà di più.

Peter Smith, CEO e Co-Founder di Blockchain ha dichiarato quanto segue:

Per noi ciò che davvero conta è mettere a disposizione degli utenti un dispositivo completo: non vi servirà nient’altro per effettuare le vostre transazioni in criptovalute.

Il dispositivo ha delle misure di sicurezza avanzate, ad esempio contiene dei filtri che gli impediranno di connettersi “per sbaglio” a siti malevoli, questo dovrebbe mettervi al riparo dal phishing e quindi dai siti fake.

Inizialmente il Lockbox supporterà bitcoin, ethereum e bitcoin cash. Il team ha però precisato che aggiungeranno ulteriori asset nel caso ci fosse richiesta da parte degli utenti.

La partnership con Ledger

Come detto in apertura d’articolo il Lockbox è il risultato del lavoro congiunto di Blockchain e Ledger. La prima ha lavorato sulla parte software mentre Ledger ha messo a disposizione l’hardware. Sarà facilissimo spostare i fondi da un Ledger ad un wallet online su Blockchain.com.

E’ il primo lavoro congiunto tra le due aziende e ce ne saranno certamente altri in futuro. Tutte le nuove funzionalità che svilupperemo per i nostri dispositivi, come il Nano S, saranno disponibili anche per i nostri partners qualora le richiedessero. Con i nostri prodotti sarà semplicissimo spostare i fondi.

ha dichiarato il presidente di Ledger Pascal Gauthier.

Il lavoro congiunto di due big del settore come Blockchain e Ledger va certamente a favore degli utenti che ad oggi devono districarsi in una giungla di siti, servizi, wallet ed exchange ognuno con le proprie politiche e peculiarità. La speranza è che presto si arrivi ad un dispositivo completo in grado di generare transazioni automaticamente pur non essendo connesso ad un pc.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi