Mining

Nuovo FPGA Xilinx Virtex VU13P: prestazioni fino al 50% superiori. Ma nel mining?

Gli FPGA si stanno rivelando un tema hot del mondo del mining in questo 2018, visto il crescente interesse dei miners e mining farm verso tali dispositivi. In questi mesi abbiamo assistito al debutto/annuncio di alcune interessanti soluzioni destinate al mining di criptovalute. La prima riguarda sicuramente lo Xilinx Virtex VCU1525, munito dell’FPGA Xilinx Virtex VU9P e ripreso anche da Huawei nella sua versione enterprise, ovvero il Huawei F100.

Sono poi arrivate anche idee e soluzioni alternative munite di FPGA da affiancare ai classici mining rig per migliorare le prestazioni nel mining di criptovalute. Fra esse citiamo lo SQRL Miner Acorn CLE, di cui abbiam parlato in un nostro approfondimento e stiamo ancora aspettando test reali del device, purtroppo.

Sempre da questa azienda abbiamo scoperto l’arrivo di un nuovo FPGA, atteso per la fine del 2018. Stiamo parlando del nuovo Xilinx Virtex VU13P, una versione potenziata del VU9P. Teoricamente, è in grado di offrire prestazioni sino al 50% superiori, stando ai dati di Xilinx.

FPGA Xilinx Virtex VU13P: prestazioni fino al 50% superiori rispetto al VU9P

Spulciando sul sito dell’azienda, possiamo notare come lo Xilinx Virtex VU13P offra circa il 50% in più di unità logiche rispetto al precedente VU9P. Non solo, anche la memoria cache integrata passa dai 270 e 360 Mb. Il numero di DSP inoltre, viene praticamente raddoppiato. Salgono solo leggermente i consumi, dato che viene riportato un TDP di soli 225 Watt.

Al momento tale soluzione non è ancora in vendita ma dovrebbe venir resa disponibile tra la fine di Novembre e l’inizio di Dicembre 2018. Il prezzo varia dai 5750 ai 6000 dollari in base alla soluzione di raffreddamento adottata. Sono infatti proposte due versioni, una raffreddata ad aria ed una a liquido, che dovrebbe offrire anche una migliore efficienza.

Lo Xilinx Virtex VU13P supporta due o quattro canali di memoria DDR4 a seconda della configurazione. In ogni caso, per il tipo di algoritmi a cui tale device si appresta (Lyra, X16R, X17 e CryptoNight), la presenza della memoria DDR4 risulta “superflua”.

Come vi abbiamo già spiegato, un FPGA è una soluzione intermedia fra una GPU ed un ASIC. Nel dettaglio, spesso gli FPGA vengono utilizzati per sviluppare gli ASIC. Sono utilizzati come base di partenza (Gate Array, sistemi a celle o i Sea of Gates) a cui, una volta definito il layout funzionale, viene rimossa tutta la componentistica di configurazione dei vari transistor e blocchi logici programmabili (memorie, etc).

Ovviamente, per far funzionare gli FPGA nelle operazioni di mining, occorre creare il giusto bitstream da dare in pasto al dispositivo. Creare un bitstream non è affatto semplice e richiede una serie di conoscenze tecniche. Per questo motivo l’uso degli FPGA rimane relegato a pochi, almeno per ora.

Come andrà nel mining?

E’ difficile stimare le prestazioni che avrà nel mining tale device. Sicuramente in certi algoritmi dove conta la potenza computazionale si avrà un incremento prossimo al 50%, vista la logica aggiuntiva. Non a caso, vengono stimate prestazioni sul PoW X16R comprese fra i 600 e 650 MH/s, mentre sull’X17 prossime ai 700 MH/s.

Giusto per fare un paragone, su X16R la nuova RTX 2080 ottiene circa 25 MH/s, mentre la vecchia 1080 Ti poco più di 24 MH/s. Uno Xilinx Virtex VU13P dunque, sarebbe in grado di offrire l’hashrate di 25 GPU con un consumo ridotto.

Difficile invece stimare i guadagni prestazionali nel CryptoNight, ancor di più nel nuovo CryptoNightV8, focalizzato proprio sul penalizzare le prestazioni degli FPGA. Resta da vedere se oltre ad offrire più cache, offrirà anche un bandwitdh superiore, così da compensare la penalizzazione introdotta nel CryptoNightV8.

Negli algoritmi Lyra2Z e NeoScript, ci si aspetta un miglioramento delle prestazioni prossimo al 35-40%. Naturalmente sono solo stime provenienti dai test preliminari effettuati dai laboratori di SQRL Miner. Maggiori dettagli verranno resi disponibile alla fine dell’anno durante l’effettiva commercializzazione. Per maggiori informazioni, vi rimandiamo al sito web ufficiale.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi