Ethereum News

Ethereum Constantinople è ormai pronto: arriverà entro fine Novembre

Gli sviluppatori di Ethereum hanno dichiarato che il prossimo grosso aggiornamento, Ethereum Constantinople, arriverà entro la fine del prossimo mese di Novembre.

La cosa è stata rivelata in una riunione bi-settimanale degli sviluppatori lo scorso venerdì, i partecipanti hanno confermato che l’aggiornamento è già stato inserito in tutti i principali client di ethereum, inclusi quelli della Ethereum Foundation e della startup Parity.

Una data ufficiale per il rilascio non è stata definita quindi non si sa ancora con esattezza quando sarà attivato il passaggio a Constantinople. Sarà necessario un trigger ad un particolare blocco. In ogni caso, salvo problematiche impreviste, tutto sarà operativo entro la fine del 2018.

UPDATE DEL 14/10/2018: stando agli ultimi Tweet, sono stati riscontrati problemi sul meccanismo di Consenso su Ropsten. Il fork potrebbe dunque slittare ulteriormente a fine anno o inizio 2019. Attendiamo comunicazioni ufficiali.

Ethereum Fork

Ethereum Constantinople: 5 grosse migliorie

ethereum constantinople hard fork

Come vi abbiamo precedentemente spiegato attraverso un lungo e dettagliato approfondimento qui su Cryptominando Constantinople è unhard fork” di Ethereum che di fatto produce due versioni differenti della medesima blockchain. In termini semplici con hard fork si fa riferimento a una scissione senza retrocompatibilità con la blockchain precedente. Questo comporta una netta divisione dei due codici e quindi non potranno più esserci scambi di dati. Questo hard-fork non darà origine a una nuova valuta.

Ethereum Constantinople è sinonimo di cinque grosse migliorie (EIPs):

  • EIP 145: technical upgrade pensato dagli sviluppatori Alex Beregszaszi e Pawel Bylica, EIP 145 implementa un metodo più efficiente per il processing delle informazioni formalmente noto come bitwise shifting;
  • EIP 1052: sviluppato da Nick Johnson e Bylica, EIP 1052 va ad ottimizzare l’esecuzione di grosse moli di codice;
  • EIP 1283: si basa su EIP 1087, questa miglioria beneficia gli sviluppatori di smart contract introducendo un metodo di determinazione dei prezzi più equo per l’archiviazione dei dati;
  • EIP 1014: sviluppato da Vitalik Buterin, questo aggiornamento intende facilitare l’implementazione di alcune soluzioni di scaling e le transazioni “off-chain”;
  • EIP 1234: è l’EIP più discusso, riduce il reward dei miner da 3 ETH a 2 ETH per ogni blocco;

Tutte le EIP sono state approfondite nell’articolo sopra linkato. Oltre a queste novità sono state introdotte piccole ottimizzazioni del codice.

Non fila sempre tutto liscio

La tabella di marcia sarà rispettata se tutti i test preliminari verranno superati con successo. Gli sviluppatori stanno provando Constantinople su una testnet chiamata Ropsten, si tratta di una piattaforma dedicata esclusivamente al testing. La scorsa settimana era già stata programmata una prima fase di testing ma è saltata a causa di un bug trovato in uno degli EIPs sopra elencati. Gli sviluppatori hanno preferito prendersi più tempo per sistemare il problema e quindi c’è già stato un primo (piccolo) delay.

Sviluppatori esaltati

Hudson Jameson ha dichiarato quanto segue:

Gli sviluppatori sono eccitati perchè Constantinople è ormai pronto per essere rilasciato. Siamo sulla strada giusta e il nostro obiettivo è attivarlo entro un mese dopo la fine della Devcon.

La devcon si terrà a Praga tra il 30 Ottobre e il 2 Novembre, potete trovare ulteriori informazioni sul sito ufficiale.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi