Bitcoin News

Bakkt pronto a novembre. Intanto gli investitori di Wall Street scalpitano.

Il proprietario del New York Stock Exchange, Intercontinental Exchange, sarebbe pronto a lanciare Bakkt il prossimo mese.
La startup ha l’obiettivo di offrire agli investitori istituzionali nuovi modi per entrare a far parte di questo  mercato, incluso il lancio di un contratto future sul Bitcoin “consegnato fisicamente” (ne abbiamo parlato qui).

L’exchange Bakkt sta arrivando.

Sebbene Bakkt sia molto atteso tra chi si trova nell’ambito delle criptovalute, i nuovi dati mostrano che gli investitori di Wall Street sono i più interessati al mondo del Bitcoin. Infatti, questi ultimi, stanno già studiando diverse modalità per entrare in questo settore, in numeri molto maggiori di quanto si pensi.

Gli hedge fund, ad esempio, hanno superato i singoli investitori “ricchi” come maggiori acquirenti di cripto. Si parla di acquisti del valore di centinaia di migliaia di dollari, secondo una fonte di Cumberland.

Come riportato da Bloomberg:

Acquirenti come hedge fund hanno sostituito gli individui “high net-worth”. Adesso sono gli “istituzionali” i più grandi compratori del Bitcoin e delle criptovalute. Si parla di valori che vanno oltre i 100 mila dollari, e il tutto sembra avvenire attraverso transazioni private.
Tutto ciò è in accordo con quanto detto da Bobby Cho, responsabile globale del trading al Cumberland, l’unità di trading di criptovaluta di Chicago del DRW Holdings LLC, che gestisce gli acquisti over-the-counter (OTC).

Ha infatti affermato Cho:

Una delle maggiori critiche alle criptovalute da parte degli investitori istituzionali è stata la volatilità.
Negli ultimi 4-6 mesi, però, Bitcoin e il mercato si sono mossi in un range di prezzi molto ristretto. Ciò sembra corrispondere alle dinamiche alle quali sono abituate le tradizionali istituzioni finanziarie, che stanno diventando più a loro agio in questo settore.
Un terzo delle transazioni di DRW vengono dall’Asia, ha inoltre aggiunto.

Per quanto riguarda Bakkt, la nuova piattaforma è una joint venture con partner dal calibro di Microsoft, Boston Consulting Group e Starbucks.
La “mission” della società non si limita al semplice lancio di un classico exchange di criptovalute, ma piuttosto a realizzare una piattaforma che consenta alle aziende di offrire fondi comuni di investimento, fondi pensione e altro ancora.
Come riportato da Fortune, Bakkt prevede anche di creare delle app che facilitino alla gente lo spendere dei Bitcoin e che gli facciano dimenticare le loro carte di credito e di debito.

Non è stata fissata una data esatta per il lancio di Bakkt, sebbene la società affermi che avverrà a novembre.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi