News Ripple

10 altcoins da tenere sott’occhio nel Q4 del 2018 [Parte 2]

Vediamo insieme gli altri 5 progetti che completano la descrizione tra quelli da osservare e tenere controllati per il resto del 2018. Quelli precedenti rientrano invece nella prima parte dell’articolo.
Ripple (XRP), Selfkey (KEY), Swarm (SWM), Theta Token (THETA) e Zilliqa (ZIL).

10 altcoins promettenti da tenere sotto controllo
per l’ultimo trimestre del 2018 [Parte 2]

ripple selfkey swarm theta token zilliqa

Ripple (XRP)

Panoramica del progetto

Ripple, fondata nel 2012 come OpenCoin, ha assunto l’attuale nome nel 2015.  La società di software per computer di San Francisco, Ripple Labs, è stata co-fondata da Ryan Fugger, Chris Larsen e Jed McCaleb con l’intento di creare un sistema monetario decentralizzato che consentisse alle persone di creare i propri soldi. È interessante notare che McCaleb nel 2014 ha creato anche un’altra criptovaluta Stellar.

È comune che i cripto hodlers e gli speculatori equiparino Ripple a XRP, ma è importante notare la differenza tra i due e il significato che ha per gli investitori. Ripple è formato da 3 prodotti, ma solo 1 utilizza effettivamente la moneta XRP.

  1. xCurrent: il servizio principale offerto da Ripple Labs. Le banche sono in grado di risparmiare tempo e denaro nell’invio e nella ricezione di fondi, senza estesi aggiornamenti che influiscono sul loro flusso di lavoro e introducono rischi. Usa la blockchain di Ripple, ma non XRP.
  2. xRapid – Quando una banca decide di entrare nei mercati emergenti, come quello delle cripto, questo prodotto ne migliora la liquidità. Il rovescio della medaglia è che sono quindi esposti alle fluttuazioni del mercato. xRapid è l’unico prodotto disponibile in RippleNet che utilizza XRP.
  3. xVia: consente alle aziende e ai fornitori di pagamenti di inviare denaro tramite le banche, ma non utilizza XRP.
    Questa è una distinzione importante da fare. Ripple potrebbe avere oltre 1000 partnership bancarie, ma solo quelle che utilizzano xRapid dovrebbero impattare positivamente sul prezzo di XRP.

Perché Ripple (XRP) merita attenzione?

Da una settimana a questa parte, XRP ha registrato un’impennata di circa il 90%. Da allora l’incremento si è calmato, ma il picco ha attirato l’attenzione del mercato, e in realtà ha messo XRP al secondo posto in termini di capitalizzazione di mercato, superando quello di Ethereum.

xRapid Launch

Sagar Sarbhai, responsabile delle relazioni governative e regolatorie di Ripple, ha dichiarato in un’intervista alla CNBC che il lancio di xRapid avverrà “nel prossimo mese o giù di lì.” Come precedentemente affermato, il lancio di xRapid consentirà alle banche di utilizzare direttamente XRP.

Grazie alla notizia riportata ieri, xRapid è entrato ufficialmente in commercio.

L’Arabia Saudita si unisce a RippleNet

Il team di Ripple ha annunciato in un post sul blog a metà settembre 2018 di aver unito le forze con la National Commercial Bank (BCN) dell’Arabia Saudita. Il post ha citato la Banca Mondiale, descrivendo che nel 2016 sono stati inviati 37 miliardi di dollari dall’Arabia Saudita, rendendolo uno dei più grandi mercati al mondo.

La BCN è stata la prima banca fondata nel paese nel 1953 e oggi fornisce servizi a oltre 5 milioni di clienti in tutto il mondo. Ripple Labs mira in particolare ad aiutare le piccole e medie imprese (PMI).

Il team di Ripple ha dichiarato:

Per le PMI e le imprese che dipendono dalla BCN, pagamenti più efficienti e trasparenti forniranno stabilità e aiuteranno a far crescere la propria attività più velocemente.

La BCN adotterà RippleNet entro la fine del quarto trimestre del 2018.

Ripple (XRP) attualmente viene scambiato a 0,556 $, dopo il breve rally di ieri sera, in calo rispetto al suo ATH di 3,80 $ nel gennaio del 2018.

KEY

SelfKey (KEY)

Panoramica del progetto

Poiché l’influenza di internet si intreccia sempre più nella vita di ogni giorno, le nostre informazioni personali diventano allo stesso tempo più vulnerabili. Il cuore della tecnologia blockchain è la sicurezza e SelfKey sta ridefinendo il modo in cui archiviamo le informazioni sensibili.

Il team di SelfKey ha lanciato KEY, il loro token nativo, nel gennaio 2018, e ha raccolto più di 22 milioni di dollari dopo che la raccolta fondi è stata completata in 11 minuti. Durante il secondo e il terzo trimestre dello stesso anno, si è presentato un momento chiave per il progetto dal momento che il token è stato quotato su Binance e su altri exchange.

La fondazione SelfKey è stata creata da Edmund Lowell e, quando gli è stato chiesto cosa ne pensasse dei suoi concorrenti nel subreddit SelfKey nel marzo del 2018, Lowell sembrava essere in buoni rapporti con i competitors, affermando:

Come l’amministratore delegato della blockchain startup “identity” una volta mi ha detto: siamo entrambe zanzare in una colonia di nudisti.

Perché Selfkey (KEY) merita attenzione?

SelfKey si prepara per un Q4 del 2018 molto produttivo. Finora hanno svolto un ottimo lavoro mantenendo aggiornata la propria comunità utilizzando una roadmap di facile lettura.

Supporto Trezor

Nella parte superiore della loro roadmap, per il 2018, vi è la voce per la piena integrazione con il wallet hardware Trezor, che sembra essere all’incirca verso l’85% del lavoro necessario al supporto di Trezor. Il rilascio di SelfKey Identity Wallet Beta a fine giugno 2018 ha rivelato che il “wallet hardware Trezor sarà supportato nel prossimo aggiornamento”.

SelfKey Marketplace

Il SelfKey Marketplace è una piattaforma all-in-one che offre un’ampia gamma di prodotti finanziari e servizi di crittografia per oltre 10 mercati, consentendo agli utenti di esplorare e iscriversi immediatamente a funzioni come quelle già elencate sul loro sito Web:

  • Conti sugli exchange
  • Conto in banca
  • Residenza per investimento e imprenditorialità
  • Cittadinanza per investimenti
  • Incorporazioni
  • Fondazioni
  • Trusts
  • E-Wallet
  • Metalli preziosi
  • Assicurazione sanitaria internazionale

Estensione del browser

Il login tramite SelfKey e il browser consentiranno agli utenti di delegare istantaneamente e in sicurezza l’accesso alle proprie informazioni personali, il che consente di completare interi processi KYC in pochi clic. Poiché questa funzione supporta lo staking dei token KEY, agli utenti viene garantita la sicurezza dagli attacchi Sybil.

Selfkey (KEY) ha un prezzo attuale di 0,006 $, in calo rispetto al suo ATH di 0,07 $ nel gennaio del 2018.

SWM

Swarm (SWM)

 

Panoramica del progetto

Se la tua famiglia guadagna più di 59.039 dollari all’anno, allora fai probabilmente parte di quel ‘”1%” di tutto il mondo. Non ci vuole un dottorato in informatica per ottenere questo reddito, solo un buon lavoro e forse alcuni straordinari (dipende anche da dove vivi).

Quelli con il sogno di raggiungere il cosiddetto “elite”, sono tenuti a guardare ai soldi da una prospettiva diversa. Scambiare le proprie ore per dei dollari non è il modo migliore con il quale si ci arricchisce facilmente. Calcolare un modo affidabile per ottenere il massimo dai propri sforzi e guadagnare più denaro è la chiave, e Swarm (SWM) si sta preparando per sbloccare diverse opportunità a tre tipi di investitori:

Bigbit
  1. Crypto Investitori-  l’applicazione della A.I. riduce automaticamente il rischio per conto dell’investitore senza dover incassare in fiat.
  2. Ricchi Investitori – l’automazione del flusso di lavoro di Swarm e l’accesso a opportunità esclusive creano una soluzione semplice per i gestori patrimoniali privati.
  3. Investitori di tutti i giorni- Queste sono le persone che beneficeranno maggiormente di ciò che Swarm ha da offrire, dando loro l’accesso alle stesse opportunità tradizionalmente riservate solo ai ricchi investitori.

Swarm è stata fondata nel 2014 da Timo Lehes e Philipp Pieper, un imprenditore tecnologico che ha scoperto il suo interesse per le blockchain nel 2015. Pieper ha una formazione in economia aziendale e ingegneria e ha ricoperto posizioni manageriali con Allianz Group e Deutsche Bank.

Perché Swarm(SWM) merita attenzione?

In poche parole, il progetto ha un enorme potenziale. La crittografia continua ad affermarsi a livello internazionale, la classe operaia continua ad aumentare di numero (e cresce anche l’interesse negli investimenti da parte di questa gente), e con l’uso globale di internet in aumento, le opportunità di investimento saranno a loro disposizione.

Con la capacità di facilitare le operazioni di investimento, Swarm punta in alto. Ha avuto un intenso mese in agosto 2018, dove ha rilasciato il suo Market Access Protocol, annunciato una partnership con OpenFinance Network e ha”tokenizzato” la popolare app di investimento, Robinhood.

Token di sicurezza negoziabili

Recentemente, Lehes ha rilasciato un’intervista con BlockWolf, un “cripto” YouTuber, in cui ha spiegato il coinvolgimento con Swarm, oltre alla loro strategia per gestire governi e organismi di regolamentazione. Ha continuato spiegando che offrire la possibilità di entrare e uscire immediatamente dal mercato era una priorità.

Lehes ha anche menzionato nell’intervista che si aspetta che alcuni security tokens vengano scambiati negli Stati Uniti durante il quarto trimestre del 2018. Ha proseguito dicendo:

Stiamo collaborando con gli exchange negli Stati Uniti e in Europa e Asia per garantire la possibilità di scambiare token SCR20 in futuro.

Swarm (SWM) ha un prezzo di 0,0919 $ attualmente, in calo rispetto al suo ATH di 1,77 $ nel febbraio 2018.

theta

Theta Token (THETA)

Panoramica del progetto

Theta è in procinto di creare una rete pronta a sconvolgere il mercato dei giganti del video streaming, che tutti abbiamo imparato ad amare in tempi relativamente brevi. Con lo streaming video in ascesa e la realtà virtuale dietro l’angolo, tenere il passo con la crescente domanda richiederà uno sforzo molto attivo da parte dei leader del settore. Ecco dove arriva Theta.

L’infrastruttura attuale utilizza Content Delivery Network (CDN) per consegnare il video agli utenti finali. I CDN richiedono che i data center di grandi dimensioni, denominati Point-of-Presences, siano costruiti abbastanza vicino geograficamente agli spettatori affinché il flusso video funzioni. Questo è principalmente un problema nei paesi in via di sviluppo, che porta a un collo di bottiglia per i dati e alle icone del buffer che ruotano, si, quelle odiose.

Con l’aumentare della qualità del video, è necessario aumentare anche la larghezza di banda, con conseguente aumento dei costi di CDN. Le spese aggiuntive aumentano la pressione sui giganti del settore, che spesso finiscono col tagliare i profitti dei creatori di contenuti. La rete Theta prevede di risolvere questi problemi incentivando gli utenti, con premi Theta Token, a trasformare le loro superflue risorse computazionali in nodi di cache di videostream.

Secondo il loro white paper, questo ridurrà significativamente i costi della larghezza di banda, consentendo agli inserzionisti di operare a un costo inferiore mentre “premierà gli influencers in modo più trasparente” attraverso l’uso del protocollo Proof-of-Engagement.

Perché Theta merita attenzione?

Il progetto Theta è stato lanciato nel secondo trimestre del 2017 e, dopo la vendita dei token, ha iniziato a sviluppare la blockchain nativa. I token ERC-20 sono stati rilasciati a dicembre 2017, quindi hanno lanciato e testato rapidamente la loro testnet con SILVER.tv, una piattaforma che consente agli utenti di registrare, visualizzare e trasmettere eSport in video VR cinematografici a 360°.

Versione Public Mainnet

In un post pubblicato nel marzo 2018, Theta ha riassunto i risultati raggiunti finora e i piani per il resto dell’anno. Sebbene non siano entrati nei dettagli, hanno informato la loro comunità che lanceranno la rete Native Theta sulla loro blockchain.

Utilizzeranno i token Theta per premiare gli utenti “che svolgono un ruolo strumentale” nel testare la rete prima del lancio e, una volta avviata la mainnet, le aziende saranno in grado di costruire dapps sulla blockchain Theta.

Token Swap

Quelli che sono entrati in Theta durante la loro fase di ICO dovranno tenere d’occhio lo swap. Quando la mainnet verrà ufficialmente lanciata, i token ERC-20 venduti durante il crowdsale dovranno essere scambiati con un rapporto 1: 1 per i token Theta nativi.

Media Advisors

In piena concorrenza diretta con YouTube, Vimeo e Twitch, vale la pena notare che Theta sta lavorando direttamente con i leader del settore. Sono sostenuti e consigliati da Steve Chen, co-fondatore di YouTube e Justin Kan, Twitch co-founder.

Theta Token (THETA) ha un prezzo di 0,0924 $ in questo momento, in calo rispetto al suo ATH di 0.312 $ nel gennaio del 2018.

ZIL

Zilliqa (ZIL)

Panoramica del progetto

Zilliqa ha deciso di creare la piattaforma più veloce e decentralizzata sul mercato fino ad oggi, consentendo agli utenti di sviluppare smart contracts direttamente sulla loro piattaforma. Il fattore vincente per Zilliqa è il loro elevato volume di transazioni e il prezzo relativamente più basso rispetto alla maggior parte delle piattaforme del settore.

Per fare ciò, il team di Zilliqa utilizzerà un metodo chiamato sharding, che è una sorta di partizionamento che suddivide i database in segmenti più gestibili e consente inoltre di archiviare i database in più server. La piattaforma opera con un modello di algoritmo di consenso ibrido, combinando il Proof-of-Work e il Practical Byzantine Fault Tolerance, consentendo di gestire elevati throughput senza sacrificare la decentralizzazione.

Zilliqa è stata fondata nel 2016 da Xinshu Dong, riconosciuto a livello internazionale per la sua esperienza nel settore della sicurezza informatica, nonché famoso per il suo coinvolgimento in numerosi progetti di sicurezza nazionale per il governo di Singapore.

Il progetto è stato co-fondato dal Chief Scientific Officer: Prateek Saxena, un professore di informatica, Jia Yaoqi e Amrit Kumar e l’Università Nazionale di Singapore. Tutti e 4 i cofondatori hanno portato a termine un dottorato.

Perché Zilliqa (ZIL) merita attenzione?

ZIL, è attualmente al 34° posto in termini di capitalizzazione di mercato dalla sua uscita nel gennaio 2018. Il team di accademici è stato molto impegnato nel costruire la prima versione della loro testnet, rilasciata a marzo del 2017. Aggiornata alla v2.0 dopo pochi mesi, insieme all’uscita dell’ “alfa” per quanto riguarda gli smart contracts.

Riprogrammato il lancio della Mainnet

Originariamente programmato per il terzo trimestre del 2018, il team è stato costretto a rimandare la data di uscita. In un annuncio su Telegram alla comunità, è stato affermato che è necessario più tempo per il core team, la comunità e le società di revisione per testare correttamente il codice.

Attualmente stanno prendendo di mira la fine del 2018 o il gennaio 2019 per il lancio della rete principale Zilliqa. Preso direttamente dall’annuncio, il team utilizzerà il tempo extra per:

  • Condurre controlli di sicurezza approfonditi
  • Preparare ed eseguire lo scambio di token
  • Integrazione con i wallet
  • Sviluppo della toolchain
  • Portare a bordo molte altre dapps

Zilliqa(ZIL) ha un prezzo di 0,037 $ in questo momento, in calo rispetto al suo ATH di 0.22 dollari nel maggio del 2018.

Vi lascio il link alla prima parte dell’articolo,dove vengono analizzate le altre 5 altcoins da tenere d’occhio!

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

 

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi