Bitcoin News

Longhash lancia il Bitcoin Tracker per trovare i “dirty money”

Longhash, un sito di media e analisi riguardante criptovalute e blockchain, ha recentemente lanciato il proprio Bitcoin Tracker.
Nel tentativo di “offrire maggiore tranquillità agli investitori, alle autorità di regolamentazione e al pubblico in generale”, gli utenti possono fondamentalmente trovare l’origine di un Bitcoin (BTC), rintracciandolo attraverso tutte le strade che ha percorso.

Longhash lancia Bitcoin Tracker

Longhash ci dice:

Rispetto al sistema finanziario tradizionale, la criptovaluta può sembrare un qualcosa di “oscuro”. Le transazioni con i Bitcoin (BTC) sono pseudoanonime, il che le rende attraenti per i malintenzionati e per i criminali.

Mentre questa affermazione può sicuramente far innervosire un gran numero di “Bitcoiners”, il sito ritiene che l’aumento dell’adozione porterà con se la “comparsa di strumenti dedicati alla trasparenza”.

Si tratta comunque di dubbi leciti e interessanti, che molte persone all’interno dell’ecosistema sembrano porsi. Le monete che fondano i loro principi sulla privacy, indipendentemente dalla loro effettiva efficacia, sono di gran moda ultimamente, dal momento che gli sviluppatori cercano di ottenere spesso un’esperienza quanto più simile a quella dei contanti.

BTC

Per Longhash, l’ingresso del denaro istituzionale sembra superare una tale tendenza.

Quando invii denaro ad un indirizzo Bitcoin (BTC) , con chi stai interagendo esattamente?

Tenendo a mente tutto ciò, il team ha creato una vera e propria ricerca di indirizzi Bitcoin (BTC) sulla propria homepage.
“Per essere chiari..”, sottolinea Longhash:

..non stiamo rivelando le identità dei detentori di Bitcoin (BTC). Speriamo solo di offrire più tranquillità agli investitori, alle autorità di regolamentazione e al pubblico in generale. La percezione diffusa che la criptovaluta sia associata al crimine non è sicuramente un bene per l’industria nel suo complesso.

BTC

Bigbit

Fuzzy, Address Ratings e Soldi “sporchi”

Per scoprire la natura del proprio indirizzo, tramite il sito, gli utenti possono accedere alla home page di Longhash e fare clic su un collegamento per abilitare due tipi di ricerche di indirizzi bitcoin: Fuzzy e Precise. Una ricerca “Fuzzy” nella pagina di Longhash richiede solo “pochi caratteri di un indirizzo”. Gli utenti possono esaminare i “10.000 indirizzi bitcoin più ricchi”, ordinati in maniera crescente. Le persone possono inserire un indirizzo Bitcoin (BTC) e avere a disposizione il saldo, gli importi inviati e ricevuti e la cronologia delle transazioni in generale.

Una ottima applicazione per queste ricerche è la “valutazione di un indirizzo”.

Valutiamo gli indirizzi analizzando le loro transazioni e gli indirizzi da cui si invia e si riceve denaro. Se, per esempio, troviamo che un indirizzo sta effettuando transazioni con un altro affiliato alla criminalità, il primo di essi otterrà una valutazione inferiore. Più alto è il “voto”, più affidabile è l’indirizzo.

riferisce la società.

BTC

Come i dollari, i Bitcoin (BTC) possono passare attraverso vari percorsi prima di finire nel nostro wallet. Longhash continua:

Abbiamo classificato quattro tipi di indirizzi principali. La luce blu si riferisce a un servizio di “mixaggio”, che nasconde di proposito la fonte di una transazione Bitcoin (BTC). Il blu più scuro si riferisce a uno scambio di criptovaluta. Il magenta invece mostra a una “mining pool” e l’arancione intende un sito di gioco d’azzardo. Il viola chiaro rappresenta un vecchio indirizzo che non è più in uso.

Probabilmente la parte più interessante di tutto ciò è come vengono classificate le transazioni. L’anello interno si riferisce all’origine del Bitcoin. Se quell’anello fosse blu, ciò significherebbe che le sue prime 30 transazioni sono avvenute tramite scambi “formali”.
Se l’anello subito più esterno fosse un mix di arancione e viola, questo significherebbe che il Bitcoin (BTC) ha avuto sia origini provenienti da uno scambio normale sia dal gioco d’azzardo. L’anello esterno, quindi, mostra come, in questo esempio, Bitcoin (BTC) provenisse da una combinazione di scambi di criptovalute, mining pool e siti di giochi d’azzardo. Quindi, usando questo grafico, si può interpretare meglio la provenienza di un Bitcoin per capire da dove esso proviene e per cosa è stato usato.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi