ASIC News

DAYUN Zig Z1: debutta il primo ASIC per il mining su Lyra2REv2

Un altro algoritmo di mining è caduto nelle grinfie degli ASIC. Si tratta del Lyra2REv2, utilizzato per il PoW di diverse monete, fra cui Monacoin (MONA), Vertcoin (VTC) e Verge (XVG). L’ASIC in questione sarebbe il DAYUN Zig Z1, un dispositivo prodotto da un’azienda asiatica di cui si parla in rete ormai da mesi, visti i rumors riportati già in passato.

Il DAYUN Zig Z1 è il primo ASIC sviluppato appositamente per questo algoritmo. Fino ad ora infatti, per minare le monete con questo PoW si utilizzavano esclusivamente GPU e, di recente, gli FPGAVisto quanto accaduto con gli ASIC di Ethereum, ZCash e Monero, rispettivamente su algoritmi Ethash, Equihash e CryptoNight, nelle prossime settimane o mesi, potrebbero arrivare ulteriori modelli da parte dei principali produttori.

Vediamo le specifiche del dispositivo.

DAYUN Zig Z1: debutta il primo ASIC per il mining su Lyra2REv2

Non sono emersi troppi dettagli per ora, se non l’hashrate, pari a 6.8 GH/s. L’efficienza si attesta attorno ai 176 Watt per GH/s, per un consumo totale di 1200 Watt ora. Si tratta di un dispositivo progettato e realizzato su un processo produttivo datato ma economico, visto che per realizzare i chip è stato utilizzato il processo litografico a 28 nanometri.

ASIC Mining Lyra2REv2 DAYUN Zig Z1

E’ dunque altamente probabile che la concorrenza – o DAYUN stessa – riesca ad offrire una soluzione di gran lunga più efficiente in futuro, magari utilizzando un processo produttivo più evoluto.

Per quanto riguarda il prezzo, il dispositivo è già stato listato su alcuni shop alla cifra di 9000 dollari. Una cifra davvero importante per un prodotto di questo tipo. Per il momento non ci sono altri dettagli. Vedremo se i team delle varie monete decideranno o meno di eseguire un fork per respingere tali prodotti. E’ già successo con Monero, ad esempio che con il prossimo fork cambierà nuovamente PoW.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

 

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi