Bitcoin Lightning Network News

Usare Lightning Network anche per altre monete oltre Bitcoin? In futuro si potrà fare

Negli ultimi mesi abbiamo visto un crescente uso ed adozione di Lightning Network, visto il superamento dei 3mila nodi attivi ed i quasi 100 Bitcoin presenti sulla rete. Per approfondire il funzionamento di Lightning Network, vi rimandiamo al nostro articolo inerente.

Tuttavia c’è ancora molto da fare per rendere tale sistema pronto per la massa. Infatti, ad oggi un utente non può inviare denaro dal proprio indirizzo Bitcoin on-chain ad uno Lightning Network, ad esempio. Occorre effettuare un passaggio intermedio. Può sembrare scontato visto il tipo di tecnologia differente, ma per l’utente novizio potrebbe non esserlo affatto.

Tra le possibili soluzioni, troviamo i Submarine Swap di Alex Bosworth, uno sviluppatore di Lightning Labs. Si tratta di una tecnologia che permette di scambiare la valuta nativa on-chain con un’altra senza intermediari su Lightning Network o altre blockchain ad esempio. Chiamata Submarine Swap, questa soluzione è in fase di testing su LN. Come ammesso però da Bosworth, in questo momento utilizzare tale feature è molto rischioso, in quanto del tutto sperimentale.

C’è ancora molto da fare, ma è più divertente testarlo sulla mainnet“, ha twittato il dev. Bosworth ha creato una connessione tra la blockchain di Bitcoin e Lightning Network. Attualmente, la soluzione supporta solo l’invio di fondi dalla blockchain verso LN e non ancora il contrario. Ma è solo questione di tempo per eseguire anche l’operazione inversa.

Secondo Bosworth però, tale tecnologia è molto più interessante di quanto si creda, perché potenzialmente permette di utilizzare ogni cryptovaluta sul layer di Lightning Network sfruttando gli Swap. Ovviamente occorre sviluppare varie soluzione sulle differenti monete, ma tecnicamente è possibile farlo. D’altronde non è la prima volta che si prova ad usare LN anche su altre monete (Litecoin ad esempio).

Lightning Network & Swap: channel refill, exchange e pagamenti multi-coin

Jason Wong, uno sviluppatore software per l’aviazione civile da sempre interessato al mondo delle criptovalute, di recente ha iniziato a testare i Submarine Swap. In una prima fase aveva testato con successo lo swap sul Litecoin, affermando che lo “lo swap sulla stessa chain è ottimo, ma quello multi-chain è ancor meglio“.

Bigbit

Lightining Network Swap Bitcoin

Tuttavia Wong ha deciso di sperimentale tale tecnologia anche su Ethereum, visto il gran numero di utenti che utilizza questa piattaforma. Ebbene, un paio di settimane fa, è riuscito ad effettuare un acquisto tramite Lightning Network partendo da alcune frazioni di Ethereum.

Un’altra idea, molto interessante, consiste nell’utilizzare lo swap per ricaricare i canali LN di Bitcoin. Infatti, ad oggi, quando si crea un canale Lightning Network, si va ad assegnare una quantità di Bitcoin destinata ad esso. Ma una volta utilizzati tutti, occorre aprire un nuovo canale, con costi e fees on-chain da pagare.

Ed è qui che entra in gioco lo swap. Infatti, si potrebbe utilizzare questo sistema per “rabboccare” un canale esistente partendo da Bitcoin sulla blockchain. Inoltre, la cosa bella è che si potrebbe sfruttare tale soluzione per effettuare pagamenti partendo da qualsiasi moneta su siti come Satoshis.place e tanti altri, nati esclusivamente per pagamenti LN.

Un’altro interessante uso riguarda lo sfruttamento di Lightning Network come un exchange per scambi coin-to-coin. Con i Submarine Swap infatti, potrebbe esser possibile scambiare monete differenti senza la necessità che entrambe le valute abbiamo un’intera rete LN alle spalle, vincolo invece necessario per gli Atomic Swap.

Ci sono anche tanti altri possibili usi dei Submarine Swap, ma prima occorre far maturare tale tecnologia e renderla fruibile da tutti. In ogni caso, si tratta di una soluzione davvero promettente. Vedremo se sarà sfruttata a dovere.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi