IOTA

Perché IOTA (MIOTA) può diventare uno standard mondiale

IOTA è ancora una criptovaluta molto giovane, ma si distingue dalle altre per tante ragioni, che verranno analizzate ed esposte in questo articolo. IOTA può davvero spianare la strada e diventare uno standard globale.

Abbiamo letto tante volte che nei prossimi anni, diversi miliardi di dispositivi comunicheranno tra loro e scambieranno flussi di dati continui.

iota iot standard applicazioni

Il networking di dispositivi nell’Internet of Things (IoT) sta crescendo rapidamente. Le società che si occupano di effettuare ricerche di mercato prevedono che in tutto il mondo ci saranno 8,4 miliardi di dispositivi in ​​rete. Sarebbe quasi un terzo in più rispetto all’anno scorso. Gli analisti pensano inoltre che nel 2020 ci saranno ben 20-50 miliardi di dispositivi collegati in rete. Gli esempi sono molteplici:

  • Settore automobilistico: oltre alle previste 250 milioni di automobili in rete sulle strade nel 2020, il 75% di tutte le nuove auto prodotte avrà una connessione ad Internet. Il numero di sensori su un’auto aumenterà da 60 a 100, fino a 200 .
  • Smart City: come “smart city”, nel campo dell’infrastruttura, intendiamo l’integrazione dei dati dei sensori con le informazioni provenienti dall’infrastruttura in rete e da altre fonti di dati, spesso esterne, come il tempo o il traffico.

iota iot standard applicazioni

  • Energia: diversi impianti eolici e fotovoltaici continueranno a fornire energia, ma dovranno lavorare insieme in modo ottimale e condividere i dati tra loro. Ciò renderà la transizione energetica il più grande progetto IT di tutti i tempi e avrà successo solo in combinazione con la digitalizzazione. Pertanto, i flussi di pagamento devono poter essere eseguiti in modo rapido e affidabile in un tale sistema, dove è richiesto un enorme trasferimento di dati. In futuro, milioni di produttori e consumatori dovranno comunicare in tempo reale, condividendo non solo le informazioni ma anche un valore digitale.
  • Salute: ad esempio, una delle misure chiave per il successo nel trattamento delle malattie croniche è il frequente monitoraggio dei più importanti valori di salute di un paziente. Il problema è che numerose visite a ospedali o centri di test influenzeranno la vita quotidiana del paziente e aumenteranno il costo del trattamento. È qui che entrano in gioco le soluzioni IoT. Un malato cronico potrebbe essere equipaggiato con più dispositivi IoT collegati in rete.
  • Servizio clienti: le applicazioni e i prodotti abilitati all’IoT hanno funzionalità di analisi integrate che aiutano le aziende e le organizzazioni a capire come i loro clienti possono utilizzare i prodotti e integrare rapidamente i servizi a pagamento. Ciò consente alle aziende di rispondere velocemente ai problemi attuali, integrare funzionalità nuove o aggiuntive e, in definitiva, influire positivamente sull’esperienza del cliente.

iota europee

Cosa offre IOTA?

IOTA può fornire uno standard ottimale per i flussi di dati e valute, in tutte queste applicazioni. Ecco alcuni punti chiave:

1.) Vantaggi di IOTA
Ci sono una serie di fattori che rendono interessante IOTA. In sintesi, ci sono 5 aree in cui IOTA “colpisce” chiaramente altre criptovalute:

  • Il tasso di transazione
  • La scalabilità
  • La fattibilità dei micropagamenti
  • L’efficienza
  • La verificabilità della sicurezza

Questi punti sono stati discussi in modo così estensivo in IOTA in 2 minuti! di Everything Tangle.

2.) IOTA Foundation

La Fondazione IOTA è composta da persone dedite al progetto e di talento che hanno una comprovata esperienza e che stanno completando diligentemente molti compiti. La fondazione è l’organizzazione pubblica di fatto dietro IOTA. Negli ultimi mesi, essa ha avuto un tasso di crescita notevole. Sta concentrando gli sforzi su innovazione, stabilità e miglioramento a lungo termine invece di essere un oggetto puramente speculativo.

Bigbit

3.) Ecosistema

Con una comunità globale di sviluppatori, imprenditori, dirigenti aziendali, funzionari governativi, filantropi, hobbisti, contributori generali del progetto IOTA, l’ecosistema IOTA è una piattaforma per incontrare, collaborare, imparare, ispirare, sviluppare e costruire.

4.) Data Market Place

La IOTA Foundation sta testando un mercato digitale per i dati dei sensori dei dispositivi dell’Internet of Things (IoT). I partecipanti al progetto sono più di 50 aziende (diverse sono famose). Il marketplace dovrebbe consentire agli utenti di vendere i dati dei sensori e acquistarli.

Secondo uno studio McKinsey cui fa riferimento l’annuncio della Fondazione IOTA, attualmente viene utilizzato solo l’1% dei dati generati dai dispositivi IoT, con il 99% inutilizzato. Il mercato dovrebbe quindi consentire di rendere questi dati inutilizzati facilmente accessibili agli altri.

5.) Comunità IOTA e sostenitori

IOTA ha una comunità molto forte che ha reso possibile la fondazione e l’ecosistema. Questa comunità è considerata come una delle vere fondamenta, con l’aiuto della IOTA Foundation, dell’intero sistema IOTA. C’è una grande disponibilità ad aiutare le persone interessate a migliorare l’ecosistema della criptomoneta.

Lo IOTA Evangelist Network è una rete globale unica formata da persone molto appassionate. Gli evangelisti IOTA sono figure che vogliono costruire una sorta di supporto per la tecnologia IOTA e successivamente stabilirla come standard tecnico all’interno del mercato mondiale. È una rete globale forte davvero unica.

Oltre alla comunità IOTA, sono emersi numerosi sostenitori indipendenti che trascorrono molto tempo sulle idee e le visioni dietro il progetto. Degno di nota in questo contesto sono, tra gli altri, The Tangler, public IOTA , Everything tangle.
Questi sostenitori sono la spina dorsale di IOTA al di fuori della fondazione e della comunità.

iota iot standard applicazioni

6.) Partner forti

Rispetto ad altre criptovalute e piattaforme, IOTA sta già collaborando con una serie di aziende. Tra i partner IOTA figurano: Fujitsu, VolksWagen, Bosch, L’ONU (UNOPS), DNB, MOBI, ICT, Taipei, DXC, Gruppo Schindler, Kontaktio, InnoEnergy, Grandcentrix, Biilabs, Lattice80 e Sopra Steria. Legandosi attraverso queste partnership, IOTA ha ottenuto una vasta distribuzione e praticità.

7.) Qubic

Un progetto tanto atteso nella comunità IOTA è Qubic. Con Qubic, la rete IOTA diventa una sorta di supercomputer, con cui possono essere eseguite applicazioni all’interno della rete IOTA Tangle. Ciò renderebbe Qubic una piattaforma decentralizzata per qualsiasi applicazione. Consentirà lo sviluppo di modelli di business completamente nuovi. Con Qubic, molte nuove funzionalità verranno aggiunte a IOTA:

  • Smart contracts simili a Ethereum. Tuttavia, le funzionalità dovrebbero essere addirittura superiori. Oracles diventerà parte della rete IOTA come parte di Qubic.
  • Oracles consentirà l’accesso a dati esterni all’interno della rete IOTA. È concepibile che dati come la temperatura dei sensori connessi al network vengano resi disponibili nella rete IOTA attraverso micropagamenti. Ma altre fonti di dati, come i prezzi delle azioni o i risultati elettorali, verranno inseriti indirettamente tramite, appunto, Oracles.
  • “Outsourcing” della potenza di calcolo con Qubic. Sarà possibile distribuire calcoli molto intensi dal punto di vista computazionale a diversi computer. Si ha il particolare vantaggio che i dispositivi IoT, disponibili a buon mercato, che riescono a gestire un minimo di potenza computazionale grazie alla rete Qubic, riusciranno a compiere anche calcoli complessi, collaborando tra loro.

iota iot standard applicazioni

8.) Quantum proof

Lo IOTA è definito “quantum proof” perché utilizza la procedura di “firma unica” Winternitz. Pertanto, è ben preparata per il futuro.

IOTA è sulla buona strada

Questi sono alcuni punti che fanno di IOTA una superstar. Equipaggiata con questo “kit”, IOTA potrà diventare sempre più importante nei prossimi mesi e anni e, perché no, diventare il protocollo standard globale per diverse milioni di applicazioni.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi