Ethereum Mining News

Ethereum: il reward calerà a 2 ETH per blocco, ma niente cambio PoW

Ieri pomeriggio si è tenuto l’ultimo Core Dev Meeting del team di Ethereum, a cui hanno partecipato una quindicina di sviluppatori. Come vi avevamo anticipato la scorsa settimana, si è discusso sui reward del mining, ovvero i premi in Ethereum assegnati ai minatori che riescono a risolvere un blocco. Nel dettaglio, si è scelto quale dei tre EIP (Ethereum Improvement Proposal) approvare, valutando in parte anche l’interesse della community tramite un sondaggio che era stato lanciato proprio la scorsa settimana.

Le prima proposta, ovvero l’EIP-858, prevedeva una riduzione della remunerazione per blocco ad un Ethereum a fronte dei tre Ethereum attuali. L’EIP-1234 invece, nonché la soluzione adottata, riduce il premio per blocco a 2 Ethereum. La terza proposta invece, ovvero l’EIP-1295, prevedeva di mantenere invariato il reward per blocco a tre Ethereum attuando un cambio di dell’algoritmo di Proof of Work. Vediamo i dettagli.

Nel prossimo prossimo hard fork “Constantinople” calerà il reward a 2 ETH

Verso la metà di Ottobre si terrà il prossimo hard fork – Constantinople – di Ethereum, durante il quale verrà implementato l’EIP vincente, ovvero l’EIP-1234. Quest’ultimo, oltre a ridurre il premio per blocco da 3 a 2 ETH, ridurrà in maniera proporzionale anche il reward degli uncle blocks, pari attualmente a circa 0,41 ETH.

Questa scelta comporterà un probabile calo dei profitti per i miners, anche se occorre anche vedere come reagirà il prezzo di Ethereum. Infatti, riducendo il premio per blocco, si ridurrà anche l’inflazione, che dall’attuale 7% circa, calerà al 4.68%, avvicinandosi sempre più a quella di Bitcoin, pari a 3,81%. Si tratta di una notizia positiva, in quanto potrebbe far aumentare il valore della moneta. Tuttavia occorrerà attendere la reazione dei mercati, nonché l’implementazione dell’aggiornamento, attesa a metà Ottobre con il fork Constantinople.

Niente cambio di PoW: ProgPoW non è pronto

Un altro aspetto importante riguarda la discussione nata sul cambio di PoW, proposto nell’EIP-1295. A quanto pare, uno dei motivi per cui si è deciso di tralasciare questa idea riguarda l’immaturità del nuovo algoritmo ProgPoW. Durante il meeting infatti, lo sviluppatore Pawel Bylica ha affermato che ProgPoW sarà pronto da implementare non prima del prossimo anno. Quindi è impensabile implementarlo con il prossimo hard fork.

Anche altri dev infatti, hanno sottolineato che c’è ancora molto da fare su ProgPoW, in particolare sulle ottimizzazioni. Stando infatti ai primi test emersi, pare che questo nuovo algoritmo di hashing aumenti sensibilmente i consumi delle GPU, in quanto dipende non solo dalla memoria ma anche dalle prestazioni computazionali del processore grafico.

In ogni caso, per ora niente cambio di PoW, quindi gli ASIC Ethereum continueranno ad essere redditizi ed utilizzabili nel mining della moneta. Tuttavia non è stato escluso un cambio di PoW futuro. Vedremo

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La mia avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org, GizBlog.it, ed ora su CryptoMinando.it. Sono nel mondo delle criptovalute come minatore dal 2013 ed ad oggi seguo gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApps, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things, la mia branca di studio.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi