News TRON

Project Atlas: l’integrazione tra Tron e BitTorrent continua

L’intera comunità di Tron stava pazientemente aspettando ulteriori dettagli relativi al progetto Atlas sin da quando Justin Sun, il fondatore e CEO di Tron Foundation, ha annunciato il progetto. Il 30 agosto ha finalmente annunciato ulteriori dettagli su Project Atlas.

BitTorrent è stata una delle più grandi acquisizioni nel mondo delle criptovalute fin da quando furono gli stessi Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin (BTC), e Charles Hoskinson, il fondatore di Cardano (ADA) a parlare della più grande piattaforma Torrent.

Continua lo sviluppo di “Project Atlas”

Project Atlas è l’integrazione di Tron e BitTorrent. Lo scopo principale della Foundation è quello di estendere i premi ai peer che “creano” torrent, aumentando il numero risorse nell’ecosistema di Tron.

La società ha anche dichiarato di aver assistito a una crescita enorme dall’acquisizione e che 16 nuovi dipendenti hanno aderito al team.

Dipendenti, di cui ha parlato Justin Sun, durante il lancio di TVM:

Dopo l’acquisizione di BitTorrent, abbiamo identificato una forte etica del lavoro che incarna lo spirito della tecnologia e dell’innovazione. Dalla fine di giugno, 16 colleghi eccezionali si sono uniti a noi. La metà di loro sono ex ingegneri di Facebook, Google, Tencent, Alibaba, Airbnb e altre società del web. Lavoreranno su Project Atlas.

Sono seguite le dichiarazioni del fondatore che annuncia il lancio ufficiale del sito web “Atlas”, che contiene tutte le informazioni relative al progetto.

Inoltre, Justin ha parlato delle frasi di Satoshi Nakamoto sull’uso di BitTorrent. Il creatore di Bitcoin, aveva citato BitTorrent come esempio, sulla sua Bitcoin P2P e-cash paper mailing, datata 2 novembre 2008.
L’idea di Satoshi è presente anche sul portale web del progetto Atlas e riporta:

Per far si che i token generati dal “Proof of Work” siano usati, devono avere un valore monetario. Per avere un valore monetario, devono essere trasferibili all’interno di una rete molto grande, ad esempio una rete di scambio di file simile a BitTorrent.

Project Atlas collegherà la rete peer-to-peer di BitTorrent e la blockchain di Tron. Ciò avverrà con l’uso di una serie di estensioni di protocollo su BitTorrent. Justin aggiunge che un “custom token” e un “inclined token” risolveranno la limitazione esistente. Questo, a sua volta, darà il via ad una nuova economia, basata sullo scambio di valuta su scala mondiale.

Inoltre, Project Atlas consentirà agli utenti di guadagnare token per il caricamento, incentivandoli quindi a continuare nell’upload dei file anche dopo il completamento del download. Insieme a questo, lo storage e le limitazioni saranno infusi nell’ecosistema Torrent che aumenterà la disponibilità e l’espansione del Torrent stesso.

tron

I “peer” di BitTorrent offriranno token in grado di incentivare gli utenti a fare da “client” per periodi più lunghi. Ciò comporterà una maggiore longevità dei “seed” e una velocità di download più rapida per tutti i partecipanti.

Tuttavia, non ci sono attività derivate dal mining coinvolte nel progetto. Ciò significa che gli utenti dovranno partecipare tra loro sulla base delle risorse assegnate.

Justin Sun ha detto:

La blockchain di Tron è salvaguardata sia dal “Proof of Stake” , sia dall’economia sottostante il progetto Atlas.

Aggiunge inoltre che le estensioni del protocollo BitTorrent avranno ulteriori opzioni di sviluppo. Ciò consentirà ai client di Project Atlas di essere totalmente retrocompatibili con tutti i client BitTorrent come, uTorrent, BitTorrent e altri ancora.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Salvatore Scorsone

Nato a Palermo nel '98. Studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, da sempre appassionato di arte, tecnologia e di start-up. Da anni seguo il mondo delle criptovalute e del Bitcoin in particolare.

Related Posts

Rispondi