Exchange News

400 BTC per essere listati su Binance? La risposta all’accusa del CEO dell’exchange

Il CEO di Binance, Changpeng Zhao, ha respinto con un tweet le critiche derivanti dalle presunte quotazioni di “shitcoin” sull’exchange di sua proprietà dietro pagamento di un’ ingente mazzetta di ben 400 bitcoin (BTC). Vediamo insieme i dettagli.

L’accusa contro Binance

In una serie di Tweets, Zhao ha contestato il fondatore di Expanse, Christopher Franko, che in precedenza aveva sostenuto che l’exchange gli avrebbe chiesto ben 400 BTC (circa 2.500.000 dollari attuali) per listare la sua altcoin sull’exchange.

Non listiamo shitcoin anche se pagassero 400 o 4000 BTC. Ethereum, NEO, Ripple, EOS, Monero, Litecoin e altri progetti sono stati listati senza costi aggiuntivi. La domanda vera da porsi non è quanto costa essere listati su Binance ma se la tua coin è abbastanza valida. Quindi concentrati sul tuo progetto.

Ha così replicato su Twitter Changpeng Zhao come potete vedere nel tweet qui sotto.

tweet binance shitcoin

La risposta di Changpeng Zhao

Gli utenti di Twitter si sono uniti a Franko per condannare Binance per la sua presunta commissione.

Franko avrebbe anche caricato uno screenshot di una email inviata da un rappresentante del servizio clienti di Binance sulle tariffe. L’exchange ha però dichiarato che lo screenshot sarebbe completamente falso. Ma non solo, Zhao in risposta allo screenshot ha ribadito scrivendo che Binance non parla mai di tasse nelle email e sopratutto in valuta BTC.

L’e-mail che Franko ha mostrato è un’e-mail truffa/scam, non da Binance. Il nostro exchange non cita mai le tasse nelle e-mail e non in BTC.

ha proseguito il CEO.

Zhao ha da poco presentato l’ultima incarnazione della sua piattaforma, uno scambio decentralizzato che, a suo avviso, avrebbe potuto in definitiva sostituire l’exchange attuale.

Gli utenti di Twitter hanno di nuovo risposto su Twitter ribadendo che la tassa di quotazione e altri aspetti delle operazioni di Binance erano contrari ai principi del decentramento.

Tutti i reclami sulla quota di iscrizione provengono da progetti che non abbiamo listato. Non è la tassa richiesta, è il progetto che conta e determina il listaggio o meno.

Ha così concluso con un ultimo messaggio Changpeng Zhao.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi