DApps & Smart Contracts Wiki

Ethereum vs Cardano: il confronto tra le due dominanti piattaforme per dApp

Ethereum e Cardano sono due delle piattaforme per applicazioni decentralizzate (dApp) più famose nell’ambito della blockchain. Entrambi i progetti utilizzano gli smart contract sfruttando il valore della tecnologia blockchain, anche se in maniera molto diversa tra loro.

I fondatori delle due criptovalute, Vitalik Buterin di Ethereum e Charles Hoskinson di Cardano, fanno sempre sentire i loro pensieri e le loro opinioni in maniera attiva su Twitter. Se hai (o se hai avuto) a che fare con le crypto, sicuramente ne avrai sentito parlare almeno una volta.

Meno note, però, sono le cose in comune che hanno questi due progetti. Prima di esaminare le somiglianze e le differenze tra Ethereum e Cardano, facciamo un excursus partendo dal momento in cui entrambi sono “nati”.

Ethereum vs Cardano – Incontro casuale

Buterin e Hoskinson si sono incontrati attraverso il Bitcoin Education Project, quando Hoskinson ha iniziato a frequentarlo dopo aver lasciato la propria carriera legata alla consulenza. Successivamente a questo incontro, Hoskinson ricevette una delle prime bozze del White Paper di Ethereum di Buterin. Da quel momento, entrò nel team di Ethereum come cofondatore insieme a Buterin e ad altri sei individui.

Hoskinson e Buterin lavorarono insieme per circa sei mesi prima di separarsi.

Differenza di opinioni

La spaccatura è arrivata in seguito ad una differenza ideologica:

a scopo di lucro / senza scopo di lucro

Buterin e la maggioranza degli altri fondatori sostennero che Ethereum dovesse rimanere un progetto no-profit evitando quindi il cosiddetto “venture capital fundraising“. Hoskinson la pensò diversamente. Credeva di dover accettare questa sorta di capitali. Tuttavia, dopo una discussione, come ben sappiamo il team ha optato per il no-profit.

Sei mesi dopo la sua partenza, Hoskinson ha stretto una partnership con un altro cofondatore di Ethereum, Jeremy Wood, per formare IOHK (Input Output Hong Kong), la società che sta dietro a Cardano.

ethereum cardano dapp smart contract pos

Ethereum vs Cardano – Le differenze

Entrambi i progetti sono pensati per lo sviluppo di dApp e smart contract. Tuttavia, le somiglianze finiscono qui. Dai meccanismi di consenso all’architettura, le due blockchain differiscono in modo davvero significativo.

Il meccanismo di consenso

In questo momento, Ethereum utilizza il Proof of Work (PoW) per la propria rete. In realtà tutto ciò non durerà ancora a lungo. La comunità di Ethereum sta pianificando di passare al Proof-of-Stake (PoS) a breve. Casper, il nuovo algoritmo PoS di Ethereum, è il tentativo per cercare risolvere molti dei problemi di ridimensionamento che affliggono la blockchain.

Prima di passare completamente al PoS, Ethereum implementerà temporaneamente un ibrido PoW/PoS come meccanismo di consenso e, successivamente, si passerà completamente al PoS tagliando fuori quindi tutto il discorso relativo al mining, per innumerevoli ragioni che non discutiamo in questo articolo.

Cardano, a differenza di Ethereum, implementa il Proof-of-Stake ma utilizza l’algoritmo Ouroboros che funziona in questo modo:

  • I cosiddetti Slot Leaders verificano le transazioni e creano blocchi.
  • Se detieni dei Cardano (ADA) sei qualificato per diventare Slot Leader, non importa quanti ne hai.
  • Per diventare uno Slot Leader, l’algoritmo “Follow the Satoshi” deve selezionare una coin che possiedi.
  • La rete fa tutto questo automaticamente, non c’è lavoro aggiuntivo da fare.

Linguaggi di programmazione

Il linguaggio di programmazione primario di Ethereum è Solidity. Il team Ethereum ha sviluppato e realizzato Solidity appositamente per creare smart contract eseguiti sulla Ethereum Virtual Machine (EVM).

Cardano, invece, utilizza Haskell e Plutus. Haskell è un linguaggio di programmazione funzionale in circolazione dal 1990. Ma la più recente versione stabile è stata lanciata nel 2010. Simile a Haskell, Plutus è un linguaggio di programmazione funzionale anch’esso; tuttavia, è stato creato internamente dal team di sviluppo di Cardano.

ethereum cardano dapp smart contract pos

Achitettura

Probabilmente la differenza più sostanziale tra le due critpovalute la possiamo notare a livello di architettura.

Cardano è diviso in due livelli. Questi livelli separano l’account value ledger dalla motivazione per cui avvengono i trasferimenti tra gli account. Questa distinzione offre all’utente finale un maggiore controllo sulla privacy e sull’esecuzione dei propri smart contract.

Il Cardano Settlement Layer (CSL) si occupa di “contare” il valore di un account, mentre il Cardano Computation Layer (CCL) gestisce il “motivo” delle transazioni.

Attualmente, Ethereum ha solo un livello. Ma, le soluzioni che lo porterebbero ad un ridimensionamento su due livelli sono in fase di sviluppo. Plasma è una di quelle soluzioni che consiste in un meccanismo simile al Lightning Network di Bitcoin. Queste chain secondarie facilitano le transazioni senza dover occupare per forza di cosa la larghezza di banda della chain principale di Ethereum.

Verrà anche implementato lo Sharding per aiutare Ethereum a risolvere il problema della scalabilità della sua Blockchain.

Altro

Oltre alle ovvie differenze tra capitalizzazione di mercato e prezzo, le due criptovalute ne presentano altre meno rilevanti. Ethereum ha un vantaggio di oltre tre anni su Cardano. Il progetto è stato lanciato a gennaio 2014 mentre Cardano è entrato in scena solo di recente: a settembre 2017.

Cardano ha una fornitura massima di 45 miliardi di ADA. Ethereum non ha un ammontare massimo di token, ma l’offerta circolante in questo momento è poco più di 101 milioni.

Ethereum vs Cardano – L’investimento migliore

Ethereum ha una capitalizzazione di mercato superiore a quella di Cardano, quindi il suo potenziale di crescita potrebbe essere minore. Tuttavia, i due progetti sono i più importanti per quanto riguarda lo sviluppo delle dApps e sono entrambi molto considerati e ben visti dalla community. Di conseguenza non c’è un vero investimento migliore, resta da vedere come si svilupperà Casper per Ethereum e se Cardano continuerà la sua corsa senza avere intoppi di alcun genere.

Ethereum vs Cardano – Chi rappresenta il futuro?

Entrambe le piattaforme dispongono di team di sviluppo attivo con roadmap corpose. Ethereum sta lavorando per diventare una piattaforma dApp più scalabile attraverso l’implementazione di Casper (PoS), Plasma e Sharding. Cardano rilascerà presto Shelley, un aggiornamento che include indirizzi human-friendly, utilizzando il suo protocollo Ouroboros e transazioni multisignature.

Confrontare questi due progetti è davvero come paragonare le mele alle arance. Entrambi sono frutti (piattaforme dApp) con le loro serie di pro e contro. Alcuni membri della community preferiscono uno rispetto all’altro mentre altri li amano entrambi. E poi, ovviamente, ci sono quelli che preferirebbero vederli fallire.

In conclusione, Ethereum e Cardano sono entrambi progetti rispettabili che dovrebbero avere un impatto significativo in questo settore.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi