News

Red-day per le crypto: il posticipo per la decisione della SEC fa crollare il mercato

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha posticipato la decisione nei confronti degli ETF Bitcoin, rimandando tutto quanto al 30 settembre.

In un documento pubblicato il 7 agosto, i funzionari dell’agenzia hanno scritto che si sarebbero presi più tempo per decidere se approvare quello che sarebbe il primo servizio del suo genere negli Stati Uniti. Tutto ciò in realtà non sorprende più di tanto, dato che in passato i funzionari della SEC hanno già esercitato i loro poteri per respingere gli ETF Bitcoin. Sicuramente non erano in tanti ad aspettarsi con certezza delle affermazioni positive.

Non era una notizia cosi inaspettata, ne tantomeno tutti noi credevamo che il mercato sarebbe crollato cosi tanto. Sicuramente gli speculatori si stanno divertendo parecchio a discapito di investitori che realmente studiano e credono nei progetti.

Come l’agenzia ha scritto:

Di conseguenza, la Commissione … designa il 30 settembre 2018 come la data entro la quale la verrà approvata o respinta, o entro la quale verrà avviato un provvedimento per capire come procedere alla bocciatura, la discussione riguardo gli ETF.

Ciò che è stato proposto da CBOE, se approvato, costituirebbe una svolta fenomenale che porterebbe verso una quotazione di un ETF bitcoin, in collaborazione con la società di money-management VanEck e la startup SolidX. Le aziende hanno presentato la loro proposta a giugno, scatenando una lunga attesa da parte degli investitori e diverse discussioni nella crypto-community.

La speranza che la decisione finale sia positiva sfuma in questi giorni, dopo che i commissari della SEC hanno revisionato il proposto ETF bitcoin degli investitori Cameron e Tyler Winklevoss, il cui impegno pluriennale è andato in fumo anche quando la maggioranza dei commissari della SEC aveva appoggiato l’originale documento datato marzo 2017.

Bigbit

ETF SEC Bitcoin

Un commissario, Hester Peirce, ha dissentito da tale decisione, in seguito dicendo a CoinDesk in un’intervista che la decisione di bloccare un ETF bitcoin è un disservizio sia per gli investitori sia per gli innovatori.

In questo momento tra le più grandi criptovalute per capitalizzazione di mercato in perdita abbiamo Ethereum Classic (-15.59%), che tuttavia ha goduto dei recenti annunci di Coinbase e aveva già registrato una crescita molto forte negli scorsi giorni. Ripple (-14.21%) ed EOS (-14.17%) perdono inevitabilmente valore seguendo la scia di Bitcoin (-6.09%) che si attesta in questo momento a 6.555 $ anche se ha toccato un minimo questa mattina presto di 6.462 $.

Tra le prime 100 solamente Punti X (+7.90%) e Aurora (+2.71%) si salvano contrastando tutto il rosso che si può vedere su CoinMarketCap.

Bruciati ancora una volta più di 20 miliardi di capitalizzazione, e intanto Bitcoin aumenta la sua dominante portandosi ai livelli di agosto 2017.

Il documento completo rilasciato dalla SEC può essere visualizzato a questo link.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi