News

Coinbase: partnership con WeGift per l’acquisto di Gift Card in Europa e Australia

Coinbase ha stretto una nuova partnership per consentire ai clienti in Europa e in Australia di comprare gift card per diverse aziende.

WeGift, una startup FinTech con sede a Londra, offre un servizio che consente agli utenti la possibilità di comprare, con le criptovalute, delle gift card che possono essere utilizzate in oltre 120 resellers tra cui Uber, Amazon, Zalando, Nike e Tesco.

coinbase gift card

Anche se ancora oggi non è sempre possibile acquistare direttamente le mele con i Bitcoin, tuttavia possiamo acquistare delle carte regalo per negozi che vendono mele. Metaforicamente, è un’idea semplice, ma fornisce una sorta di semi-adozione delle criptovalute che né motiva sicuramente il caso d’uso.

I clienti che acquistano una carta regalo elettronica godranno di zero commissioni di prelievo e inoltre di un bonus che varia a seconda della gift card.

ha detto in un annuncio l’amministratore delegato di Coinbase UK Zeeshan Feroz.

Con il lancio delle carte regalo elettroniche, i clienti avranno un nuovo servizio a disposizione per spendere le proprie criptovalute.

ha aggiunto, sottolineando i vantaggi che derivano dal consentire agli utenti di spendere le loro crypto per beni e servizi fisici e realmente tangibili.

Bigbit

coinbase gift card

Dalla conversione di Bitcoin in “crediti Uber” o sfruttando il periodo natalizio per acquistare articoli Nike, i clienti avranno maggiore flessibilità e controllo su come utilizzano i loro fondi.

Al momento del lancio, il servizio è disponibile solo per i clienti in Australia, Regno Unito, Spagna, Francia, Italia (strano ma vero!) e Paesi Bassi. Con una presenza attiva in 32 paesi, Coinbase intende implementare questa funzione anche altrove nei prossimi mesi.

Il nuovo servizio che il colosso degli Exchange mette a disposizione segue la marcata espansione che sta avendo lui stesso in Europa, dopo aver ricevuto la licenza dalla Financial Conduct Authority (FCA), l’ente di regolamentazione finanziaria del Regno Unito.

Si tratta di un servizio particolare, siamo d’accordo, ma rappresenta a tutti gli effetti una simulazione di come le criptovalute potrebbero diventare mainstream. Non stiamo parlando di comprare 50 euro di Bitcoin, sperando che a Natale diventino 100. Tuttavia la conversione ha zero fees, e ciò incentiva sicuramente la gente comune ma anche i tarders. Il mercato degli acquisti online è sempre in crescita e offrire un’alternativa veloce e sicura ai normali pagamenti, non può che giovare a tutto l’ecosistema.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA][VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi