News TRON

La Tron Foundation blocca 33.25 miliardi di TRX

Il total supply di Tron (TRX) è stato inizialmente pari a 100 miliardi di token. In seguito all’Independence day (giorno in cui Tron ha lanciato la sua blockchain) la Tron Foundation ha deciso di bruciare 1 miliardo di token. Ad oggi il numero complessivo dei token è quindi pari a 99 miliardi.

Di questi 99 miliardi 65.75 miliardi sono in mano agli investitori e dunque in circolazione. I rimanenti 33.25 miliardi sono in mano alla Foundation. Gli sviluppatori hanno deciso di bloccare questi 33.25 miliardi di TRX suddividendoli in 1,000 diversi indirizzi nella MainNet. In questo modo i fondi sono al sicuro e la compromissione di un wallet provecherebbe danni minori.

Gli indirizzi di questi wallet sono stati resi pubblici in modo tale che tutti gli investitori possono verificare di persona la presenza dei token. Trovate la lista completa qui. La fondazione ha inoltre dichiarato che sta preparando un tool che permetta di monitorarli in modo più rapido e intuitivo.

I motivi dietro alla mossa della Tron Foundation

trx tron foundation

Perchè andare a bloccare un quantitativo così importante di token? Oltre alla sicurezza degli stessi ci sono altre ragioni. Innanzitutto gli investitori hanno certezza circa il numero di token in circolazione. Inoltre i dubbi circa la possibile manipolazione del prezzo da parte della Tron Foundation vanno così scemando. I TRX saranno bloccati almeno fino al 1 Gennaio 2020.

Questa mossa non è nuova: anche gli sviluppatori di Ripple a fine 2017 hanno bloccato 55 miliardi di XRP.

In conclusione non possiamo che fare i complimenti alla Foundation: questa mossa dà certezze ai traders e garantisce circa i loro buoni propositi. Per ulteriori dettagli vi rimando all’annuncio ufficiale.

Chat italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi

CryptoMinando