News

L’Austria adotta le criptovalute grazie a Bitpanda: si acquistano in posta!

E’ l’Austria la nazione delle criptovalute? Pare di sì. Chi vive in Austria può comprare Bitcoin, Ethereum, Litecoin, IOTA, Ripple, Dash, Komodo e Bitcoin Cash in oltre 400 uffici postali dislocati in tutto il Paese. Oltre agli uffici postali ci sono oltre 1300 punti vendita convenzionati che consentono l’acquisto delle cripto. Il tutto grazie a Bitpanda, noto exchange che ha stretto con gli uffici postali austriaci un accordo per vendere le cripto in modo facile e intuitivo.

Gli uffici postali sono un ottimo punto vendita per Bitpanda per effettuare l’acquisto di criptovalute pagando in valuta fiat, in contanti, con carta di credito, o attingendo dal proprio conto corrente postale.

 

Bitpanda già nel futuro

bitpanda criptovalute austria

Bigbit

Questa mossa di Bitpanda è geniale e andrebbe replicata in tutti i Paesi per facilitare l’adozione delle criptovalute. L’obiettivo è quello di rendere più facile e veloce l’acquisto consentendo anche l’acquisto in contanti.

Un po’ di numeri: solo a Vienna ci sono oltre 240 punti vendita, 176 a Linz. E’ possibile acquistare 3 diversi “ticket”: da 50€, 100€ e 500€. Su Bitpanda To Go è possibile trovare lo sportello più comodo. Dopodichè ci si reca in posta, si acquista un codice che andrà poi riscattato sull’exchange.

L’autorità finanziaria richiede regolamentazioni più severe per ICO e criptovalute

Sempre in Austria dobbiamo registrare una stretta nei confronti delle ICO. Klaus Kumpfmüller e Helmut Ettl, direttori del consiglio d’amministrazione della Financial Market Authority (FMA) austriaca, hanno proposto regolamentazioni più severe per criptovalute e initial coin offering (ICO).

In particolare, Kumpfmüller ha proposto per le ICO che superano i due milioni di euro l’obbligo di presentare un prospetto, in maniera del tutto simile a quanto accade nell’industria delle security.

Il comitato esecutivo della FMA vuole evitare il riciclaggio di denaro che è regolamentato solo superficialmente dalla legge: un maggiore controllo da parte del Ministero delle Finanze rappresenterebbe uno sviluppo positivo.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi