Bitcoin News

Giornata nera: cosa ha causato la perdita di 20 miliardi di capitalizzazione in sole due ore

Oggi il mercato è totalmente in rosso. Le altcoin più colpite sono EOS, IOTA, Cardano, Ontology, OmiseGo, Golem e Icon. Ma nessuno è stato risparmiato, chi più chi meno, tutte le criptovalute oggi segnano una giornata completamente da dimenticare. Vediamo insieme che cosa è successo.

Sicuramente tanto FUD

Quel movimento di lateralizzazione si è concluso qualche ora fa, quando nel bel mezzo della notte Bitcoin ha registrato un crollo abbastanza repentino portandosi con se tutte le altre a criptovalute e cancellando rapidamente 20 miliardi di dollari dal mercato. Attualmente con una capitalizzazione totale di 320 miliardi di dollari, il mercato sta cercando di reggere ma fa davvero tanta fatica.

criptovalute

Bitcoin, come al solito, ha guidato la discesa quando ha perso 300 $ in poco più di un’ora. Attualmente sta perdendo il 5,60% e viene scambiato a 7231,83 $. Il volume è rimasto costante a 4,3 miliardi e il market cap per BTC è attualmente di 125 miliardi, in calo di 6 miliardi rispetto allo stesso periodo di ieri.

Rispetto all’andamento che abbiamo visto nel 2017, tutte le criptovalute sono ora molto più correlate tra loro, perciò quando Bitcoin scende, nel bene o nel male, scendono tutti quanti. Ethereum per primo ha rispecchiato questo andamento registrando una perdita del 6,46%.

Anche Ripple, che detiene la terza posizione, ha registrato un -7,43% perdendo un miliardo e mezzo di capitalizzazione. Non ci sono buone news che possano reggere e che possano far ben sperare quando capitano situazioni di questo tipo.

Il più grande calo nella top ten lo sta avendo IOTA, che sta registrando un -13,14% su grafico intra-day passando da 1,73 $ a 1,49 $. $ 600 milioni sono stati spazzati via dalla capitalizzazione di mercato di Iota che è passata da 4,8 miliardi a 4,2 miliardi in poche ore.

Questo discorso vale per tutti, oggi non c’è scampo per nessuno!

criptovalute

Cosa ha causato questo Flash Crash?

C’è sicuramente tanta speculazione su cosa abbia realmente causato questo crollo “anomalo”. Alcuni puntano il dito contro la Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti che ha citato diversi importanti exchange tra cui Coinbase, Kraken e Bitstamp in un’indagine di “manipolazione dei prezzi”.

Sta inoltre emergendo la notizia che l’exchange sudcoreano CoinRail sia stato appena violato, nonostante si tratti di un exchange attualmente in 90 ° posizione nella classifica mondiale, con appena 2,6 milioni di dollari di volume giornaliero secondo CoinMarketCap.

criptovalute

Quello che abbiamo visto più e più volte è che quando i livelli di supporto vengono attraversati, i mercati crollano velocemente. Tutti gli stop-loss entrano e questo comporta una discesa sempre più repentina. Se la colpa di tutto è da attribuire a questi due sviluppi, resta ancora da vedere.

Tuttavia non c’è niente di allarmante, oggi è solo un altro esempio della volatilità delle criptovalute a cui siamo abituati ormai da parecchio tempo. Happy “red sunday”!

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi