Bitcoin Ethereum News

Ethereum ha 35 milioni di indirizzi univoci e sorpassa Bitcoin in active addresses

ethereum
Ethereum sta attualmente attraversando una crescita quantificabile in circa 100.000 nuovi indirizzi al giorno, con un numero totale di nuovi address raddoppiati da dicembre ad oggi, si parla di oltre 35 milioni.

Statistiche comparabili per quanto riguarda bitcoin non vengono più mostrate, ma secondo gli ultimi dati rilasciati a marzo, bitcoin aveva 24 milioni di indirizzi mentre ethereum ne aveva 31 milioni.

Il paragone potrebbe non essere molto preciso, in quanto gli smart contracts di ethereum comprendono un address chiaramente, ma questi ultimi ammontano solo a qualche migliaio, mentre il divario, almeno a marzo, era di circa sette milioni.

ethereum

35 milioni di indirizzi, Coinbase in pole position

Il grafico qui sopra mostra gli indirizzi unici dedicati ad ethereum, che sono all’incirca 35 milioni.

Tuttavia non vengono conteggiate tutte quelle persone che decidono di utilizzare gli exchange come “storage” per le proprie criptovalute, ma questo vale anche per Bitcoin.

Coinbase da solo ha circa 20 milioni di utenti, mentre la FSA giapponese ha rivelato che gli altri exchange detengono circa 3,5 milioni di utenti.

Coinbase viene utilizzato nella maggior parte degli Stati Uniti, e in gran parte dell’Europa, mentre in Asia solo la Corea del Sud può avvicinarsi a malapena a questi numeri.

Un’altra statistica più concreta potrebbe essere il numero di indirizzi attivi. Ethereum è riuscito a superare bitcoin su quel fronte per la prima volta in assoluto, attualmente parliamo di 550.000 indirizzi attivi, contro bitcoin che si attesta sui 472.000.

ethereum

Mezzo milione di utenti attivi sulla blockchain indica che i gli investitori in criptovalute sono ancora molto pochi nonostante la notevole quantità di attenzione ricevuta, in particolare a dicembre.

Il confronto con l’Internet

Tuttavia, ciò non tiene conto delle transazioni che vengono effettuate fuori dalla chain, che si tratti di scambi o di altre cose, ma un interessante confronto con la crescita di Internet va tenuto in considerazione:

 

ethereum

Ciò suggerisce che la tecnologia blockchain e la sua relativa adozione sono avvenute attorno allo stesso periodo in cui c’è stata l’adozione di Internet: nei primi anni ’90, prima di Google, Facebook e tutti gli altri.

Un confronto abbastanza azzeccato considerando che un certo numero di Dapps, basate su smart ethereum, può essere in qualche modo paragonato all’utilità iniziale dei siti internet.

Il dial-up era lento e Bill Gates aveva detto che i 64kb sarebbero stati sufficienti per tutti. Infatti anche le blockchain e i relativi protocolli sono al momento lenti e non possono elaborare molti dati.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[VIA]

Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi

CryptoMinando