ASIC Bitcoin News

Il gigante tecnologico GMO annuncia il primo Bitcoin miner B2 con chip a 7 nm

Il colosso giapponese GMO Internet, ha annunciato il primo ASIC Bitcoin al mondo basato su chip realizzati con processo produttivo a 7 nm. La commercializzazione dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. L’azienda ha infatti ufficializzato che il lancio vero e proprio del nuovo miner B2 avverrà il 6 giugno con l’avvio della produzione in serie. In seguito le spedizione inizieranno entro la fine di ottobre.

Il lancio arriva dopo un lungo periodo di test. Infatti, il testing è in corso dallo scorso Settembre 2017, quando l’azienda ha inizialmente rivelato che stava studiando e sviluppando un nuovo ASIC per Bitcoin. Il dispositivo dovrebbe garantire un elevato hashrate ed un elevata efficienza. L’azienda ha affermato che fornirà dettagli sul prezzo e sulle performance del Miner B2 in occasione del lancio il prossimo 6 giugno.

Miner B2

Secondo l’annuncio, oltre a vendere il Miner B2, GMO prevede di utilizzare il nuovo prodotto presso le sue strutture di mining già esistenti.

Gli investimenti nel mondo del Bitcoin

Come riportato in precedenza, l’azienda giapponese quotata in borsa ha fatto un notevole balzo in avanti nel business del mining bitcoin. Dallo scorso anno infatti, ha impiegato un budget di 90 milioni di dollari per sostenere la ricerca, sviluppo e fabbricazione di chip dedicati al mining ed alla realizzazione di mining farm.

Le mining farm di OGM sono in attività dalla fine del 2017 e, come risulta da un rapporto pubblicato all’inizio di questo mese. Lo scorso mese l’azienda ha estratto 906 bitcoin e 537 bitcoin cash. Mentre il costo di produzione rimane sconosciuto, il valore totale dei bitcoin estratti ammonta a circa 8 milioni di dollari.

GMO non è l’unica grande azienda tecnologica che ha intenzione di ritagliarsi una fetta dell’industria del mining introducendo chip dedicati più avanzati. In particolare, anche Samsung sta anche iniziando la produzione di chip a 7 nm. Negli scorsi mesi infatti, vi avevamo riportato della produzione di chip Samsung a 10 nanometri per Halong mining. Il prossimo step sono i 7 nanometri, attesi per fine anno nella “risk production”.

Inoltre, nel mese di ottobre dello scorso anno, OGM ha annunciato anche che avrebbe venduto i propri prodotti dedicati al mining di Bitcoin tramite una propria ICO. Un rappresentante ha riferito che l’azienda sta ancora valutando l’idea, ma non ha potuto rivelare ulteriori informazioni a causa della fase ancora iniziale del piano. Vedremo.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi