ICO

ICOStart: creare la propria ICO diventa semplice e veloce

Proprio ieri vi abbiamo mostrato una simpatica infografica che mostrava l’esplosione delle ICO negli ultimi quattro anni. Quest’oggi invece, vi parliamo di un nuovo progetto svizzero – ICOStart -, il cui scopo è proprio quello di facilitare lo sviluppo e promozione delle ICO. In sostanza, si tratta di un incubatore di ICO, in cui gli utenti possono proporre il loro progetto, depositare whitepaper, obbiettivi e quanto altro, così da facilitare e velocizzare la creazione della propria ICO.

Naturalmente, gli autori delle ICO dovranno pagare per utilizzare la piattaforma ed i servizi offerti, che andremo analizzare a breve. Vediamo dunque come funziona il progetto e, perdonatemi il gioco di parole, quando avverrà la fase di ICO di ICOStart, necessaria per finanziare il tutto.

ICOStart: cos’è e come funziona

Il progetto nasce dalla società svizzera Swiss Crowd SA, attiva dal 2003 nel mercato del crowdfunding, soprattutto in campo immobiliare. A seguito del calo di interesse verso tale mercato, gli azionisti hanno deciso di rilanciare l’azienda nel settore delle criptovalute, più in particolare in quello delle ICO, un settore per certi versi assai affine al crowdfunding.

Quindi è nata l’idea di ICOStart, ovvero di creare una piattaforma che offra tutto il necessario per lanciare la propria ICO in maniera facile e veloce, così da semplificare al vita agli startupper.

ICOStart infatti, offrirà sull’omonima piattaforma una serie di servizi per automatizzare il processo di creazione della propria ICO. Sarà reso disponibile un sistema basato sull’intelligenza artificiale per automatizzare e guidare l’utente durante la fase di creazione della propria ICO, così da rendere il tutto più semplice, veloce, ma soprattutto efficace.

Verrà dunque offerto un vero e proprio Audit completo per chiarire i punti di forza e debolezza del proprio progetto, ricevere una valutazione realistica sulla fattibilità e su quali servizi e consulenze utilizzare per raggiungere il proprio obiettivo. Sarà poi disponibile anche un sistema per la creazione del sito web per il proprio progetto, con tutte le features necessarie già pre-caricate. Non mancheranno le campagne di marketing guidato ed un sistema di creazione degli Smart Contract passo a passo.

Questi sono solo alcuni dei servizi che verranno offerti sulla piattaforma e che approfondiremo nel paragrafo seguente.

Infine, ICOStart cercherà di creare anche un servizio di diffusione delle informazioni inerenti al mondo delle criptovalute e delle ICO, che permetterà ai detentori di un certo numero di token ICH di usufruire di ulteriori servizi ed opportunità, ovvero l’ICOStart Priority Pass.

Potete vedere un breve video sul funzionamento del progetto nel seguente video:

La piattaforma ed il token ICOStart

Il fulcro del progetto è costituito dalla piattaforma ICOStart. Essa permetterà agli autori delle ICO di accedere ad una serie di servizi per lo sviluppo e creazione delle ICO. Per esempio, sarà possibile accedere ad un sistema di costruzione dei siti web per le ICO, ad una procedura di creazione guidata degli Smart Contract, alla sezione dedicata al mining ed ai masternode della rete per la creazione di una propria blockchain e tanto altro.

ICOStart

Infatti, sarà possibile anche acquistare servizi di advertising, oppure creare il proprio bounty program e sistema di referral. Vi sarà anche un sistema per la gestione della parte legale e burocratica, seguita dalla parte più interessante del progetto, ovvero un sistema di AI (intelligenza artificiale) per automatizzare e migliorare la creazione della propria ICO.

Sarà inoltre disponibile un servizio di “boost” per la propria ICO, ovvero l’ICOStart Priority, per cui sarà necessario possedere almeno 4000 token ICH per partecipare. Esso fornirà l’accesso ad alcuni servizi premium.

Ovviamente, all’interno della piattaforma i pagamenti per i vari servizi avverranno sfruttando i token ERC20 ICH. Utilizzando tali token infatti, gli utenti potranno acquistare i vari “pacchetti di servizi” disponibili in base alle proprie esigenze.

ICOStart

L’aspetto più interessante del flusso di token all’interno della ICO, riguarda la distruzione del 30% dei token ICH spesi per acquistare ogni servizio. Ciò contribuirà a diminuire il numero di token circolanti ed a catalizzare la crescita del proprio valore  nel tempo.

Team e Roadmap

All’interno del team troviamo diversi italiani, fra cui il CEO Alberto Salpietro ed i cofondatori Nicola Maganetti, Andrea Croci e Gianluca Rotondaro. Alcuni sono esperti nell’ambito IT e della blockchain, altri imprenditori affermati.

ICOStart

Per quanto riguarda la roadmap, il debutto della piattaforma vera e propria è previsto al termine della ICO, più precisamente il 23 Agosto 2018.

ICOStart

Ovviamente la piattaforma non integrerà tutte le funzionalità già al momento del debutto, ma verranno integrate un po’ per volta nel corso dei prossimi mesi. Più nel dettaglio, citiamo l’introduzione delle campagne di bounty, referral e di marketing, attese per l’autunno. Nel 2019 invece, verranno aggiunte nuove funzionalità. Per esempio verranno rese disponibili più lingue, API per facilitare lo sviluppo e tante altre opzioni.

ICO, token ICH e distribuzione

La ICO di ICOStart partirà il prossimo 22 Maggio, tra pochi giorni dunque, e terminerà il 23 Agosto. Il prezzo dei token ICH è stato fissato a 0.09 Dollari cadaunoL’hard cap del progetto è ammonta ad un milione di dollari, mentre il soft cap è di 250 mila dollari dollari. Valori non troppo alti.

Ovviamente sono previsti diversi bonus per gli acquirenti. Chi acquisterà durante la ICO, inizialmente avrà diritto ad un bonus del 25%, percentuale che scenderà progressivamente fino ad arrivare allo 0% dal 28 luglio in poi.

Per acquistare i token quando verrà avviata la fase di ICO, dovrete recarvi sul sito web ufficiale, in cui dovrete registrarvi e verificare il vostro account tramite KYC. Per tutti i dettagli vi rimandiamo direttamente al sito web ufficiale: CLICCA QUI.

ICOStart

Per quanto riguarda la distribuzione dei token ICH, essi verranno distribuiti in questo modo:

  • il 32% è destinato alla vendita pubblica, privata ed RC;
  • il 20% verrà destinato al team;
  • il 10% è destinato ai fondatori;
  • il 16% sarà devoluto invece agli stakeholders;
  • il 10% sarà poi utilizzato come riserva ed il 5% verrà destinato agli Advisor;
  • infine, il 7% verrà destinato ai bounty ed ai bonus.

Sito web, whitepaper e Telegram

Per maggiori dettagli vi rimandiamo al sito web del progetto. Qui troverete anche il whitepaper completo. Infine, per ulteriori domande e dubbi vi rimandiamo anche al gruppo Telegram.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi