//qui
HTC Exodus
News

“HTC Exodus sarà il primo smartphone nativo basato sulla blockchain” cit. HTC

Il noto produttore di smartphone HTC, ormai da anni zoppicante, visto il costante calo dei propri utili e delle vendite di smartphone, sarebbe pronta a lanciarsi nel mondo della blockchain. Poche ore fa infatti, HTC ha ufficializzato al Consensus 2018 l’HTC Exodus, ovvero “il primo smartphone nativo basato sulla blockchain”, come descritto da HTC stessa.

La notizia è rimbalzata subito sui media internazionale e persino il titolo di HTC ha registrato un guadagno del +2%. Un po’ come accaduto all’annuncio della ICO di Kodak.

Ma vediamo qualche dettaglio in più su questo fantomatico smartphone incentrato interamente sulla blockchain.

HTC Exodus: hardware wallet integrato e supporto alle DApps

Lo smartphone infatti è stato sviluppato ad-hoc per supportare le applicazioni decentralizzate (DApps), fra cui ad esempio CryptoKitties. Saranno inoltre rese disponibili delle API per sviluppare applicazioni decentralizzate per lo smartphone basate sul network integrato

L’aspetto più interessante però, riguarderà l’integrazione di un hardware wallet vero e proprio. Si tratta di un hardware wallet universale in grado di supportare le principali criptovalute, fra cui Bitcoin, Ethereum, Litecoin e tante altre monete.

HTC Exodus

Per garantire la massima sicurezza, molto probabilmente il device integrerà una vera e propria enclave a livello hardware, disconnessa dagli altri apparati del dispositivo con cui si interfaccerà in maniera sicura.

Il dispositivo è stato sviluppato sotto le linee guida di Phil Chen, ovvero il designer del visore HTC Vive per la realtà virtuale. L’azienda inoltre, ha specificato che Chen deterrà d’ora in poi il titolo di “capo ufficiale decentralizzato”, in quanto si occuperà di tutte le iniziative della società aventi a che fare con le criptovalute e la blockchain.

Al momento non sono state dichiarate le specifiche tecniche del device, che molto probabilmente saranno affini a quelle dei classici smartphone di fascia medio alta. Sconosciuto anche il prezzo.

Sirin labs Finney o HTC Exodus: chi arriverà per primo sul mercato?

Nei mesi scorsi vi abbiamo parlato di un altro smartphone incentrato sulla blockchain, ovvero Finney di Sirin Labs, atteso sul mercato per il prossimo autunno ad un prezzo di mille dollari. Le parole affermate quest’oggi da HTC però, lasciano intendere che HTC Exodus sarà il primo smartphone blockchain based a debuttare sul mercato.

D’altronde HTC è già ben radicata nel settore e non dovrebbe far troppa fatica a gestire la produzione e commercializzazione, anche sarà necessario valutare al meglio la parte software, il vero punto innovativo e d’interesse comune, viste le affermazioni di HTC.

Vedremo chi vincerà.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.

[VIA]

Rispondi

Ingegnere nel settore delle telecomunicazioni, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain ed eventuali applicazioni per il mondo dell'Internet of Things.