News

Dx.Exchange debutterà a giugno sfruttando il motore del Nasdaq

Dx.Exchange è un exchange regolamentato ormai pronto al debutto, dato che il lancio ufficiale avverrà proprio nel prossimo mese di giugno. Tuttavia, il vero punto di forza di tale exchange di criptovalute riguarderà il motore alla base della piattaforma, ovvero il NASDAQ Matching Engine. Esso garantirà la massima sicurezza e la miglior esperienza di trading, stando alle affermazioni del CEO.

Potete effettuare la pre-registrazione sul sito ufficiale: CLICCA QUI.

Vediamo meglio come funziona e come è stato implementato il motore del Nasdaq.

Dx.Exchange sfrutterà il NASDAQ Matching Engine

Stando alle informazioni disponibili, Dx sta collaborando con il Nasdaq per utilizzare il Matching Engine, così da creare una piattaforma di trading di criptovalute P2P e senza soluzione di continuità. Secondo Daniel Skowronski, CEO di Dx, la piattaforma beneficerà della collaborazione in tre aree critiche: il riconoscimento del marchio, l’infrastruttura tecnologica e la conformità normativa.

Attualmente, oltre 70 servizi di scambio (non di criptovalute) utilizzano già il NASDAQ Matching Engine.

Nessuna commissione di trading ma un canone mensile

L’aspetto più interessante riguarda le commissioni. Dx.Exchange non addebiterà alcuna commissione di trading. E’ previsto infatti un canone mensile fisso di 10 euro. Una cifra davvero esigua per chi fra trading quotidianamente. Sicuramente più vantaggiosa che pagare una percentuale di commissioni per ogni scambio eseguito. Si prevede infatti che tale scelta possa attirare clienti da tutto il mondo. La piattaforma inoltre, mira ad offrire la massima trasparenza, ha dichiarato il CEO.

Gli appassionati di criptovalute non dovrebbero pagare più di una quota minima d’iscrizione per fare trading e non dovrebbero nemmeno avere a che fare con un ambiente non regolamentato ed insicuro. La combinazione della tecnologia NASDAQ e dell’interfaccia grafica di Dx.Exchange, offrirà un’esperienza di trading unica ed equa, con i trader al centro dell’attenzione.

Sulla piattaforma Dx.Exchange sarà possibile acquistare e vendere criptovalute utilizzando anche valuta FIAT.  Potranno dunque essere effettuati prelievi nelle principali valute (euro, dollaro). Dx prevede inoltre di offrire la possibilità di acquistare e vendere criptovalute utilizzando carte di credito, un po’ come fa Coinbase.

All’inizio, la piattaforma debutterà con almeno sei mercati, fra cui Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin, Ripple e Monero. Ma ne arriveranno altri nel tempo. Quando la piattaforma sarà operativa infatti, il team di sviluppo prevede di espandere i propri servizi fino a coprire dalle 20 alle 25 criptovalute.

La conformità con la legge

Essendo un exchange Estone, nazione che ha deciso letteralmente di abbracciare le criptovalute, Dx.Exchange è completamente autorizzato e regolamentato dall’Autorità Estone per i servizi finanziari (EFSA) e da CySEC, l’autorità di regolamentazione dei mercati di criptovalute.

La piattaforma dunque non verrà resa accessibile ai trader statunitensi, ma il management di Dx starebbe cercando di acquisire la licenza federale necessaria per offrire i propri servizi anche ai residenti negli Stati Uniti. Infine, la procedura di verifica (KYC) sulla piattaforma Dx.Exchange promette una verifica dell’identità rapida e senza problemi.

Non appena debutterà cercheremo di provarlo, così da vedere se manterranno davvero le promesse.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi