News

Aion lancerà un token in grado di connettere diverse blockchain

Aion è un sistema di blockchain a più livelli progettato per risolvere i problemi di scalabilità, riservatezza e interoperabilità nelle attuali reti di blockchain. In occasione del Consensus 2018, evento in corso a New York in queste ore, Aion ha annunciato che nei prossimi mesi verrà lanciato un token in grado di connettere più blockchain.

La rete Aion è stata costruita per favorire l’interoperabilità tra differenti blockhain, motivo per cui, uno degli strumenti chiave per eseguire tale operazione, consiste in un “bridge token”. Si tratta di un vero e proprio ponte fra differenti blockchain. Esso consentirà ai token di spostarsi da una blockchain all’altra. 

Il bridge token di Aion

Il primo “token ponte” coinvolgerà ed opererà tra la blockchain della rete Aion e quella di Ethereum, sulla quale attualmente il Aion si appoggia (ERC20).

Il meccanismo di funzionamento non è stato ben spiegato ma prevede che, invece di usare uno Smart Contract per mantenere le coppie di token, i token ERC20 verranno distrutti non appena verranno trasferiti sull’altra chain. In sostanza dunque, si avrebbe un vero  e proprio passaggio di token con tanto di distruzione del token originario.

Secondo Matt Spoke, CEO di Nuco – l’azienda alle spalle di Aion – il token ponte “rilascia un token AION sull’altra blockchain“.

Si tratta di una microrete, di un insieme di nodi decentralizzati. Vi sono diversi partecipanti e nodi che agiscono onestamente, ma il ponte detiene la responsabilità di aver registrato le testimonianze dei nodi durante l’evento del passaggio.”, ha dichiarato Spoke, aggiungendo: “Questa è la funzionalità che abbiamo integrato“. Tuttavia non è molto chiaro come sarà possibile effettuare il passaggio inverso, ovvero passare dalle rete Aion a quella Ethereum. Probabilmente si sfrutterà il medesimo concetto, ma con uno Smart Contract in grado di creare token ERC20 quando necessario.

Da ERC20 ad Aion

Il primo token ponte opererà tra Ethereum ed Aion, ma in futuro verranno implementate anche token bridge fra più piattaforme. Probabilmente su NEO, Eos ed altre.

“La progettazione del token ponte diventerà sempre più generica nel tempo. Vogliamo che consenta di comunicare con qualsiasi altra blockchain”, ha dichiarato Spoke. Il bridge token è la prossima tappa nella roadmap Aion, subito dopo il lancio della mainnet, avvenuto lo scorso fine Aprile.

“L’interoperabilità è un punto chiave anche nel contesto aziendale.” Proprio per questo motivo, è necessario creare dei protocolli che consentano a più network di dialogare. Tuttavia non esiste una sola soluzione. Vedremo come proseguirà lo sviluppo, cercando di scovare qualche dettaglio aggiuntivo sul funzionamento del progetto.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi