Bitcoin DApps & Smart Contracts News

La sidechain di Bitcoin che permette l’utilizzo di smart contracts

La sidechain che permette l’utilizzo di smart contracts su Bitcoin ha da poco raggiunto un importante traguardo. Alla conferenza Consensus 2018 di CoinDesk, RSK, startup che ha costruito la tecnologia tanto attesa, propagandata come un modo per portare smart contracts in stile ethereum alla criptovaluta più grande del mondo, ha emesso nuovi dettagli sul numero di utenti bitcoin che dedicano potenza di calcolo a sostegno dell’idea sperimentale.

Il progetto è stato lanciato inizialmente lo scorso gennaio. La sidechain ancorata al bitcoin era certamente limitata dal fatto che non era ancora fidata da parte dei miners. Inoltre chiunque volesse spostare i propri bitcoin sulla sidechain necessitava dell’approvazione di un gruppo di “federazione” di terze parti.

Ad oggi invece il sostegno dei miners, sostiene il co-fondatore di RSK Labs, Gabriel Kurman, è di impatto poiché mostra il supporto ad un concetto annunciato come un modo per espandere la funzionalità di bitcoin stesso.

È un annuncio importante per bitcoin: il 10 % proviene dall’80 % del totale della potenza di mining della rete bitcoin”

Inoltre circa l’80% dei miners ha già promesso il supporto nel futuro. “La percentuale di potenza hash è destinata ad aumentare in modo significativo nei prossimi mesi”, ha aggiunto Kurman.

Dopo tutto, è logico che la sidechain sia progettato per essere “unificato”. Si tratta di un processo che consente ai miners di ottenere le commissioni di transazione contribuendo con il loro potere hash alla sidechain, il tutto usando la stessa attrezzatura, elettricità e potenza.”

“La sidechain di RSK ha un enorme supporto dall’ecosistema dei miners perché aggiunge un nuovo flusso di entrate per loro“, ha detto Kurman.

RSK lightning

rsk smart contracts

RSK ha sviluppato la tecnologia per essere in grado di gestire più transazioni rispetto a Bitcoin al momento. La sidechain RSK utilizza ciò che la società chiama “smart bitcoin“, una versione separata di bitcoin con la capacità di smart contracts e che consente una migliore scalabilità.

“Su RSK è possibile elaborare smart bitcoin a 100 transazioni al secondo“, ha detto Kurman parlando della tecnologia di “compressione. RSK ha introdotto una tecnologia per ridurre la quantità totale di dati che devono essere memorizzati sulla blockchain.

Il progetto sembra prendere spunto da tecnologie già presenti sul mercato come Lightning Network e Raiden Network. La tecnologia di RSK viene chiamato “Lumino“. Il progetto è ciò che Kurman descrive come una “combinazione” di queste due reti in modo che possa funzionare con la tecnologia unica della sidechain di RSK.

“Prima della fine dell’anno, speriamo di lanciare la rete Lumino, che consentirà 20.000 transazioni al secondo.”

La famiglia RSK si allarga

L’ultimo annuncio di RSK è che due società si sono unite alla loro “famiglia”. La prima è la Inter-American Development Bank, una ONG argentina che cerca di promuovere l’inclusione finanziaria a Buenos Aires. La seconda azienda che si basa su RSK è la BitGive Foundation. Si tratta di un’organizzazione di beneficenza di lunga data focalizzata sui bitcoin che è stata utilizzata per incanalare donazioni di bitcoin ai cittadini nepalesi colpiti da un devastante terremoto nel 2015.

Parlando dell’interesse di BitGive all’uso della loro sidechain RSK, Kurman ha dichiarato: “È un progetto che consente ai donatori di avere trasparenza usando smart contracts“.

Ha aggiunto poi che questi nuovi partner mostrano che sempre più aziende stanno iniziando a vedere i vantaggi del bitcoin (e non solo). Per questo stanno adottando queste tecnologia innovative.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi