News

MasterCard pubblica un brevetto per accelerare l’attivazione dei nodi Blockchain

MasterCard ha depositato un brevetto di un sistema atto ad accelerare l’attivazione di nuovi nodi in una blockchain. Il brevetto è stato rilasciato  dall’U.S. Patent and Trademark Office (USPTO) il 26 aprile. Lo potete trovare a questo indirizzo (in lingua inglese).

Mastercard: i dettagli del brevetto

mastercard

L’applicazione è stata archiviata per la prima volta il 24 ottobre 2016. Essa sottolinea che l’attuale difficoltà dei nuovi nodi, ovvero di un computer connesso alla rete blockchain che memorizza una copia della blockchain, è che è necessario verificare singolarmente una grande quantità di dati per poter attivare il nodo stesso. Il brevetto afferma che i nuovi nodi devono verificare “migliaia, milioni, o anche miliardi di record di transazioni in un vasto numero di blocchi diversi” che potrebbero essersi accumulati nel tempo in una determinata blockchain. Questo genererebbe un ritardo significativo prima che ogni nuovo nodo possa iniziare a partecipare alla rete.

Il brevetto propone una soluzione tecnica per una navigazione più veloce, in cui i “fast track flag” verrebbero inclusi nelle intestazioni dei blocchi, in modo che i nuovi nodi possano eseguire la scansione e verificare la blockchain a una velocità molto maggiore.

Un nodo nella rete blockchain può navigare rapidamente nella blockchain identificando i blocchi che hanno attivato i fast track flag. Per la verifica, il nodo può identificare il precedente blocco di traccia veloce (ad esempio, basato su timestamp). Quindi poi verificare che il riferimento di fast track flag nel blocco di traccia veloce più recente sia lo stesso dell’hash del precedente blocco veloce.

Il brevetto descrive inoltre l‘uso di software specificamente configurato per eseguire operazioni di interrogazione, hashing e firma, che migliorerebbero ulteriormente l’efficienza del sistema.

Mastercard: una società pro-blockchain

blockchain mastercard

Fino ad oggi, MasterCard Labs ha depositato oltre 30 brevetti relativi alla tecnologia blockchain e criptovaluta . Il 12 aprile, USPTO ha pubblicato una richiesta di brevetto MasterCard per lo stoccaggio distribuito a prova di manomissione dei dati di identità su un sistema di blockchain che impedirebbe abusi, come la frode dell’identità. Nel mese di ottobre 2017, la società ha lanciato un sistema di blockchain che offre pagamenti business-to-business. Inoltre ha presentato un brevetto tecnologico blockchain per i pagamenti immediati un mese dopo, a novembre 2017.

Nel complesso, la società sembra essere decisamente pro-blockchain, ma allo stesso tempo anti-Bitcoin. Infatti nell’ottobre 2017, il CEO della società ha disprezzato le criptovalute non governative come “spazzatura”. Questo marzo, un dirigente senior della MasterCard ha ribadito che l’azienda è ricettiva a solo valute digitali emesse da una banca centrale.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi