Altro Bitcoin Cash Monete News

Bitcoin Cash prepara il nuovo fork: quali le novità?

Il prossimo upgrade di  Bitcoin Cash è veramente molto ambizioso. L’aggiornamento, annunciato a Novembre 2017 e fissato per il prossimo 15 Maggio 2018 introdurrà un buon numero di novità.

Innanzitutto il network sarà in grado di processare un maggior numero di transazioni. Verrà quadruplicata la dimensione dei blocchi da 8 MB a 32 MB, questo implica un maggior numero di transazioni per ogni singolo blocco.

Questa scelta è molto aggressiva, dopotutto sono molti gli sviluppatori che sono contrari a questo continuo innalzamento delle dimensioni dei blocchi che potrebbe minare la stabilità del network. Altri, come Joshua Yabut, che contribuisce in prima persona allo sviluppo e all’implementazione delle novità software, sono invece dichiaratamente favorevoli.

Un’altra modifica importante che verrà introdotta mediante il fork è l’aumento del campo “OP_RETURN” da 80 a 220 bytes. Grazie a quel campo gli utenti possono salvare dati aggiuntivi sulla blockchain. Sembra una modifica di poco conto ma gli sviluppatori ritengono che possa avere importanti risvolti in quanto è sempre stata usata da servizi che richiedono il time stamping, l’asset creation o il rights management e da altri servizi che vanno ad espandere le già innumerevoli possibilità offerte dalla tecnologia blockchain.

Il ritorno degli smart contracts

Bitcoin Cash

Gli sviluppatori non hanno preparato solo modifiche strutturali al protocollo ma hanno deciso di aggiungere anche novità sostanziali dal punto di vista concettuale. Con questo fork verrà introdotta una nuova tipologia di smart contracts dinamici che aggiungono nuove funzionalità. Saranno presenti nuovi if-then statements (chi è avvezzo alla programmazione sa di cosa sto parlando). Queste modifiche non sono in realtà del tutto nuove. Furono implementate anche nel protocollo di Bitcoin fino a quando Satoshi Nakamoto (o chi per lui…) non si accorse che c’erano diverse falle e quindi decise di rimuoverle. Gli sviluppatori di Bitcoin Cash ritengono di aver sistemato i problemi e quindi hanno deciso di re-implementare queste features.

bch featuresLo sviluppatore Steve Shadders riteneva inconcepibile la mancanza di alcune funzionalità (nella foto sopra ne trovate un sunto) in un linguaggio di scripting e pertanto, secondo lui, andavano re-implementate. Va detto che anche Johnson Lau, sviluppatore di Bitcoin, ha proposto a Febbraio la re-introduzione di queste funzionalità anche nel protocollo di Bitcoin.

Sono passati diversi anni e le possibili problematiche degli opcodes sono state esplorate a fondo. La community ha avuto il tempo di correggere i problemi e quindi è giunta l’ora di fare il passo successivo e migliorare il linguaggio di scripting. La re-introduzione di questi op-codes è a vantaggio degli sviluppatori.

queste le parole di Shadders.

Yabut ha aggiunto che se si vuole competere con Ethereum è necessario avere a disposizioni tutte le armi per migliorare Bitcoin Cash.

OP_GROUP, una modifica che avrebbe dovuto essere implementata, è stata invece bocciata.

Il futuro di Bitcoin Cash

La maggior parte della community è entusiasta circa queste novità. Solo una sparuta minoranza di utenti è contro questo fork, semplicemente perchè la decisione non è stata presa “a votazione” ma è stata imposta dagli sviluppatori. Chi è contro al fork quindi non è contro alle modifiche in quanto tali ma solo al fatto che il fork è stato “imposto”. Tutte le novità sono state approvate dalle varie implementazioni di Bitcoin Cash (bitcoinABC, bitcoin unlimited e bitcoin classic). Miners, nodi, exchanges e wallet dovranno aggiornare il software per supportare le modifiche.

Per quanto concerne il prezzo di BCH il fork potrebbe portare a una buona crescita del valore della criptovaluta, anche se, come sapete, è difficile fare previsioni e il valore dipende da innumerevoli fattori.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

Matteo Gatti

Ingegnere informatico appassionato di tecnologia e di tutto ciò che vi ruota attorno. Seguo con interesse il mondo delle criptovalute e lo sviluppo della tecnologia Blockchain. Scrivo anche di Linux su LFFL.
Follow Me:

Related Posts

  1. “Questa scelta è molto aggressiva, dopotutto sono molti gli sviluppatori che sono contrari a questo continuo innalzamento delle dimensioni dei blocchi”

    Molti sviluppatori, NON di Bitcoin Cash.

    Tutti gli sviluppatori che lavorano su Bitcoin Cash sono PRO innalzamento della dimensione dei blocchi.

    • Matteo Ciampolini says:

      Il riferimento era infatti alla linea di pensiero portata avanti da sviluppatori di Bitcoin che è contro l’innalzamento della dim. dei blocchi!

Rispondi