Bitcoin Cash News

Bitmain brucerà il 12% delle fee delle transazioni di Bitcoin Cash…e chiede di prendere da esempio!

Produttore di ASIC per il mining e detentore di alcune delle più grandi mining pool – AntPool –, il colosso Bitmain ha annunciato che brucerà il 12% delle spese di commissione ricavate dal mining di Bitcoin Cash. L’obbiettivo è quello di migliorare la sostenibilità economica e la salute della rete.

Proprio per questo motivo, Bitmain ha invitato anche le altre mining pool a fare altrettanto. Vediamo perché.

Bitmain brucerà il 12% delle fee delle transazioni di Bitcoin Cash

AntPool, la pool di mining ufficiale della società cinese, ha annunciato poche ore fa che il 12% delle spese di transazione ricavate dal mining di Bitcoin Cash verranno d’ora in poi mandate ad alcuni “burn addresses”, rendendo dunque tali fondi inutilizzabili per sempre.

La motivazione sarebbe da ricercare nel fatto che “Bitcoin Cash è al punto di svolta per diventare una blockchain pubblica utilizzabile da tutti, stando alle affermazioni. “Bruciare una parte delle commissioni di rete rafforzerà l’ economia interna al network ed aiuterà gli investitori nel favorirne la crescita e diffusione“.

Infatti, riducendo la supply di Bitcoin Cash in circolazione, Bitmain ritiene di poter ridurre la pressione delle vendite sulla moneta, rendendola quindi più preziosa.

Questo è ciò che emerge leggendo l’annuncio ufficiale di Bitmain, reperibile qui: CLICCA QUI. Affermazioni forti dunque, forse in vista anche del fork del prossimo 15 Maggio, che porterà i blocchi BHC a 32 MB.

Prendeteci come esempio e fate altrettanto!

Attualmente Bitmain detiene il 7.3% circa della potenza di mining di Bitcoin Cash. Una percentuale relativamente piccola, motivo per cui ha chiesto anche alle altre mining pool di BCH di eseguire la medesima operazione per il bene della moneta.

Bitcoin Cash Bitmain

Dopo una presa di posizione di questo genere non sono mancate le critiche da parte degli enti del settore. Infatti, la visione dei sostenitori di Bitcoin Cash, fra cui appunto il CEO di Bitmain Jihan Wu, è in contrapposizione con quella di Satoshi Nakamoto. Quest’ultimo sosteneva nel whitepaper di Bitcoin che le criptovalute dovevano essere utilizzate come valute, non come riserva di valore.

L’obbiettivo di Bitmain invece, pare proprio essere quello di aumentare il valore della moneta, riducendone la quantità in circolazione.

E voi che ne pensate? Appoggiate o no la scelta di Bitmain?

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[ VIA ]

Marco Picchi

Ingegnere Elettronico, da anni appassionato di hardware, IoT e reti. Ho scoperto Bitcoin nel 2012 per poi buttarmi sul mining casalingo l'anno successivo. Ad oggi seguo con interesse lo sviluppo di tecnologia Blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi