Proof of... Wiki

Proof of Burn (PoB): di che cosa si tratta?

Vi abbiamo già parlato di diversi metodi di consenso come POW (Proof of Work) e POS (Proof of Stakes) e le loro differenze  in questo articolo. Oggi vedremo nel dettaglio come funziona un “nuovo” tipo di meccanismo di consenso: PoB (Proof of Burn).

Perché è necessario un metodo di consenso?

Proof of burn consenso

Per capire cos’è Proof of Burn, dobbiamo prima capire perché le criptovalute utilizzino un “metodo di consenso”. Siccome nella blockchian non esiste un’autorità centrale che convalida le transazioni, questo lavoro deve essere svolto dai nodi in modo collaborativo. La tecnologia blockchain impedisce già che alcuni nodi possano creare denaro dal nulla. Ma potrebbero esserci nodi disonesti che tentano di usare una moneta due volte. Ad esempio, potrebbero acquistare un oggetto in un negozio online e cercare immediatamente di inviare le stesse monete in un exchange. Per evitare doppie spese, i nodi devono raggiungere un accordo su quali transazioni sono valide e quali no. Ad una prima occhiata, potremmo lasciare che i nodi votino per quali transazioni sono incluse in un blocco, con ogni nodo con un voto. Ma c’è un problema: un partecipante malintenzionato potrebbe creare migliaia di nodi e manipolare il voto.

Proof of work: il meccanismo alla base del Bitcoin

mining burn

In Bitcoin e in molte altre criptovalute viene utilizzato un meccanismo chiamato Proof of work. I nodi (miners) competono per scrivere un blocco nella blockchain. Per includere un blocco, i loro computer devono prima fare del lavoro computazionale: devono risolvere un difficile puzzle crittografico. Il nodo che prima risolve ha il diritto di scrivere il blocco e ottiene una ricompensa per incentivare questo lavoro. Questo processo è chiamato mining. Solo in questo modo, puoi essere sicuro che entrambe le tue transazioni siano incluse nella blockchain. Affinché ciò accada, è necessario disporre di molta potenza di calcolo: si può essere sicuri di scrivere diversi blocchi di fila solo se si ha più della metà della potenza di calcolo di tutti i nodi della rete ( 51% attack).

Proof of burn: come funziona

proof of burn 1

A differenza del meccanismo del Bitcoin è un consenso senza spreco di energia. La potenza di calcolo non è importante per evitare la manipolazione. In questo caso  i nodi “distruggono” o “bruciano (burn)” le monete, se vogliono ottenere il diritto di scrivere blocchi. La brillante mente che ha inventato Proof of Burn, Iain Stewart,  ha fornito un’analogia: le monete bruciate sono vere e proprie piattaforme di mining! Ciò significa che l’atto di bruciare monete può essere paragonato all’atto di acquistare una piattaforma di mining. Nel proof of burn ogni volta che si bruciano monete, si acquista un impianto di estrazione virtuale che ti dà il potere di estrarre i blocchi. Più monete si bruciano, più grande è quello virtuale.

Slimcoin è una delle poche monete che attualmente utilizza questo meccanismo. Per evitare che i primi utenti traggano troppi benefici o intacchino il sistema, la potenza per bruciare monete decade ogni volta che un blocco viene estratto. Con il Proof of Burn se vuoi mantenere il tuo potere di “conio”, devi bruciare monete periodicamente.Come in Proof of Work, i premi a blocchi sono abbastanza alti da consentire ai partecipanti di ottenere un (profitto). Questo meccanismo risolve i problemi di consumo eccessivo di energia elettrica dovuti al mining con meccanismo POW. In questo articolo potete farvi un’idea dei consumi effettivi impiegati.

cripto

Vi invitiamo a seguirci sul nostro canale Telegram ed anche sul gruppo ufficiale Telegram, dove sarà possibile discutere insieme delle notizie e dell’andamento del mercato, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro account Twitter.


La più grande community italiana dedicata alle criptovalute: Italian Crypto Club (ICC)

[VIA]

Michele Porta

Ingegnere informatico. Da sempre appassionato di tecnologia, hardware e software. Sono entrato nel mondo delle criptovalute negli ultimi anni imparando a fare trading e studiando gli aspetti tecnologici e implementativi delle principali cryptocoin sul mercato. Spero in un futuro privo di contanti e basato sulla sicurezza garantita dalla blockchain.
Follow Me:

Related Posts

Rispondi